22 aprile 2010 13:30

A Lesina tutte le associazioni del Gargano manifesteranno il loro dissenso

Il Comitato per la tutela del Mare del Gargano che domenica scorsa ha lanciato un accorato appello affinché i Sindaci dei comuni del Gargano, il Presidente del Parco Nazionale del Gargano, le istituzioni della Capitanata, i consiglieri provinciali, regionali e i parlamentari della Capitanata, le associazioni ambientaliste locali e nazionali, l'Associazionismo Attivo del Gargano, il mondo della cultura, la società civile, le forze produttive, il mondo sindacale, mettessero in campo tutte le iniziative democratiche possibili affinché il Ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo, nonostante il parere positivo espresso dall'ufficio di valutazione di impatto ambientale, non firmi l'autorizzazione a sondare, ai fini della ricerca di petrolio il mare del Gargano, ha pubblicato una nota per ringraziare le numerosissime forze istituzionali, politiche, culturali, produttive, sociali che dal Gargano, dalla Capitanata, dalla Puglia intera hanno raccolto l’appello, affinché il polo di attrazione ambientale e turistico del Gargano non diventi un distretto petrolifero con gravi ripercussioni negative scontate sulla salute pubblica, sull’ambiente del territorio, sulle possibilità di sviluppo sostenibile dell’economia.
Il Comitato per la tutela del mare del Gargano, inoltre, informa che la manifestazione civile e democratica “No al petrolio nel mare del Gargano “ si svolgerà, sabato 24 aprile 2010, a Lesina con raduno dalle 16 alle 17 alla Banchina Vollaro, all’altezza del Centro Visite di Lesina.
I partecipanti si muoveranno verso le 17 in auto alla volta del canale Acquarotta, in località “Bosco Isola”, per poi raggiungere eventualmente la nave “Eden V”, dove ci sarà un’iniziativa simbolica e pacifica e l’incontro con i giornalisti e i rappresentanti istituzionali intervenuti.

Numero di volte letto: 143