24 novembre 2010 21:22

Ancora bassa la percentuale, al via campagna di promozione.

E' ancora ben sotto la media prevista dalla normativa vigente la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani a San Nicandro Garganico. Sebbene vi sia stata una crescita sostanziale negli ultimi tre-quattro anni, con l'innalzamento dall'1,8% al 5%, non è sufficiente per garantire il rispetto degli standard previsti dalla legge regionale in materia.

Parlano chiaro i dati dell'Assessorato all'Ecologia della Regione Puglia, che rilevano una percentuale media per San Nicandro (circa 5.000 tonnellate di rifiuti all'anno, 33 Kg al mese pro capite), del 4.7% da gennaio a settembre 2010, mentre il picco, di quasi il 10% lo si è toccato nel maggio 2009. Dati, comunque, ben al di sotto della media dell'intero bacino ATO Fg/1 (circa 15%).

I motivi portanti, a quanto pare, l'incuranza dei cittadini, la cattiva o l'assenza di informazione e, in particolare, la mancanza di fiducia che il rifiuto venga realmente riciclato.

E' per questo che l'Assessorato comunale all'Ambiente ha deciso di intervenire con un'azione energica, chiamando in collaborazione, oltre alla Enerambiente che gestisce il servizio di raccolta, la società Achab Med s.r.l. con lo sponsor della Tetrapack, la nota azienda produttrice di contenitori ecologici per alimenti.

Partirà proprio in questi giorni una campagna di sensibilizzazione per “formare” l’abitudine quotidiana alla raccolta differenziata. Due ecovolontari stanno distribuendo materiale informativo (vedi allegato a fondo pagina) a migliaia di famiglie e alle utenze commerciali, in cui vengono indicati modalità, tempi e tipologia di rifiuto da differenziare.
 
Si tratta di una campagna di educazione ambientale che prevede anche la promozione del Numero Verde 800634340 per il ritiro a domicilio gratuito degli ingombranti e dei rifiuti di apparecchiature elettroniche e soprattutto dell’ecocentro provvisorio sito in via del Gargano (nei pressi del capannone manutenzione), con lo scopo di incentivarne l’utilizzo. La struttura definitiva e completamente attrezzata sarà realizzata prossimamente grazie al contributo di 128.000 euro della Regione Puglia.
 
Verrà avviata prossimamente un’attività di monitoraggio e di verifica delle regole e delle procedure per il corretto conferimento della raccolta differenziata, da parte degli operatori della ditta Enerambiente, dagli ecovolontari e anche dalla Polizia Municipale.
 
 «L'attività di monitoraggio che vogliamo avviare – commenta a proposito l’ assessore all'Ambiente Riccardo Tricarico – ha come prima finalità l'educazione e l'informazione. Le “guardie ecologiche”, pertanto, avranno come principale compito quello di far comprendere ai cittadini le norme in merito alla differenziata».
L'attività di monitoraggio sarà preceduta da un'intensa attività di comunicazione, con locandine, incontri nelle scuole e informazione in rete.
 
Staff sannicandro.org
 

Allegati

Numero di volte letto: 289