01 febbraio 2012 14:13

Tante le criticità e le proposte emerse dal dibattito

Si è svolto la scorsa settimana, nella pregevole cornice della Biblioteca comunale di San Giovanni Rotondo, il focus group del progetto "Temporà", dal titolo "Costruiamo una città per tutti - Tempi e spazi per migliorare la vivibilità", nel quale i protagonisti principali sono state le associazioni del terzo settore intervenute e invitate per l’occasione.

All’evento erano presenti anche i referenti dei comuni dell’Ambito Territoriale di San Marco in Lamis (San Giovanni, Rignano e San Nicandro) tutti attenti a recepire le diverse proposte che sono emerse dal dibattito.

Dibattito, che dopo i saluti di rito dei rappresentanti istituzionali e dei coordinatori di Smile Puglia, soggetto attuatore dell’intervento, è entrato nel vivo con la discussione delle maggiori criticità presenti nelle cittadine interessate dallo Studio di Fattibilità. Ma dal dibattito sono emerse anche tante proposte utili, concrete ed efficaci che vogliono aiutare le nostre realtà ad andare verso un’idea precisa di città, che sia accogliente, accessibile, vivibile e soprattutto vicina a chi la abita e la frequenta.

Quelle più interessanti riguardo la conciliazione dei tempi e degli spazi, argomento principale del focus, sono state le sinergie sociali su cui si dovrebbe puntare, ad esempio quella tra il giovane e l’anziano con l’attuazione, magari, di laboratori artigianali; una ‘diversa accoglienza’ agli stessi anziani; oppure un migliore sfruttamento degli spazi che le varie amministrazioni mettono a disposizione; nonché un aumento della collaborazione tra le varie associazioni.

A proposito di ciò, in molti hanno chiesto e auspicato che l’Ufficio dei Tempi e degli Spazi in futuro possa assumere un ruolo di supervisione delle iniziative progettuali e dei servizi erogati dalle associazioni no profit del territorio.

Per ciò che concerne la componente istituzionale presente al focus, unanime è stata la volontà e l’impegno nell’appoggio incondizionato di quest’ultima alla realizzazione del progetto, affinché lo Studio di Fattibilità, diventi realmente una risorsa per armonizzare gli orari e l’organizzazione dei servizi e degli spazi con i ritmi e le esigenze quotidiane di uomini e donne, adulti e bambini, giovani e anziani, per contribuire a migliorare la qualità della vita, dell’ambiente e della convivenza sociale, per sottolineare una cultura dei diritti e delle pari opportunità per tutti, nell’ottica della partecipazione attiva come condizione essenziale per sviluppare e valorizzare le risorse, l’identità e la vocazione del nostro territorio.

Comunicato stampa

Numero di volte letto: 218