05 aprile 2012 11:19

Da parte di tutti la volontà di proseguire verso una sua completa realizzazione

Con l’attesissimo seminario finale, tenutosi la scorsa settimana nella pregevole sala convention della biblioteca comunale di San Giovanni Rotondo, si è concluso positivamente il progetto ‘Temporà: i Tempi e gli Spazi per la Solidarietà’: uno studio di fattibilità portato avanti da SMILE Puglia in collaborazione con la Forty Consulting e l’Ambito Territoriale di San Marco in Lamis.

Un progetto che si è dimostrato fin da subito ambizioso e molto apprezzato anche dalla governance territoriale che ha seguito passo passo l’evolversi dello stesso. Nel seminario finale è stato passato in rassegna ogni singolo momento del progetto a cominciare dalla spiegazione di alcuni termini chiave, come ‘conciliazione’, ‘politiche temporali urbane’, ‘legge regionale n° 7/2007’, ‘regolamento regionale n° 21/2008’ per proseguire poi con delle brevi sintesi sui momenti topici del progetto: come la presentazione dei risultati dei questionari, ad opera del dottor Gianni Annoscia – esperto di pari opportunità e già coordinatore dell’ufficio tempi solidali della Provincia di Bari e delle brevi relazioni sui focus group tenutisi a San Nicandro e San Marco in Lamis, nonché del tavolo tecnico – tematico con le parti sociali presso la Camera di Commercio di Foggia curati dalla dott.ssa Grazia Francavilla, coordinatrice del progetto.

Poi si è passato al dibattito e al confronto vero e proprio dove sono state protagoniste le diverse associazioni dell’Ambito intervenute che hanno ricalcato l’invito ad un maggiore pragmatismo da parte di tutti: diversi gli appelli a focalizzare l’attenzione sul dialogo tra le associazioni e fra queste e la pubblica Amministrazione; a rafforzare la capacità di ‘far rete’;a migliorare la sensibilizzazione della cittadinanza e coordinare più efficacemente gli spazi per il tempo libero.

Un seminario ed un progetto, in definitiva, in cui complessivamente non è mancato nulla e dove alla fine ci è lasciati con la volontà di creare realisticamente la Banca del Tempo delle associazioni di Volontariato e con la promessa di futuri incontri con la governance territoriale per l’applicazione e la realizzazione degli input progettuali emersi e per la stipula di concerto con sindacati ed enti datoriali di un protocollo d’intesa volto a migliorare la vivibilità ed accrescere la solidarietà nei Comuni dell’Ambito.

Comunicato stampa

Numero di volte letto: 133