05 marzo 2013 13:48

Coinvolto l'Ambito Territoriale di San Marco in Lamis

L’art. 1 della legge 149 del 2001 “Diritto del minore ad una famiglia” sancisce che i minori hanno diritto di crescere ed essere educati nell’ambito della propria famiglia. I bambini, qualora i genitori non siano temporaneamente in grado di prendersi cura di loro, hanno il diritto di vivere, essere curati e crescere all’interno di un’altra famiglia, mantenendo comunque i legami con il proprio nucleo d’origine.

Nel nostro territorio ci sono famiglie che vivono situazioni di difficoltà sociale, economica e psicologica tali da ostacolare lo sviluppo, la crescita armoniosa e serena del minore. A fronte di una società che sta diventando sempre più complessa e articolata , la sfida a cui tutti siamo chiamati è quella di far emergere risposte innovative, diffondere una cultura dell’accoglienza e della disponibilità, per sostenere ed accompagnare i minori e le famiglie in temporaneo disagio.

Scopo del presente opuscolo (disponibile integralmente nell'allegato, ndr) è quello di fornire a tutti i cittadini maggiori informazioni sull’affido familiare e sulle sue peculiarità, cercando di sensibilizzarli maggiormente sul significato e sull’importanza che riveste questo prezioso intervento.

Lo slogan scelto per la nostra campagna di sensibilizzazione "Affido: un ponte per crescere" e l’immagine che lo rappresenta, vuole richiamare l’attenzione sulla possibilità di costruire legami tra gli attori coinvolti nell’affido. Il bambino trova nella famiglia affidataria affetto, sicurezza e autostima necessari per sviluppare una personalità il più possibile equilibrata; le famiglie, confrontandosi con situazioni diverse dalla propria realtà quotidiana, sperimentano una occasione di crescita individuale e sociale, sviluppando così le potenzialità.

Il nostro obiettivo è quello di contribuire a creare una comunità di cittadini solidale ed accogliente, attenta ai bisogni degli altri e impegnata a sostenere chi è in difficoltà, una comunità in cui tutti gli adulti si sentano responsabili e capaci di prendersi cura e di proteggere i bambini

Comunicato stampa

Allegati

Numero di volte letto: 429