28 giugno 2011 17:30

Guiderà la squadra in Seconda Categoria, ma sarà anche in campo

Francesco Pasqua guiderà il San Nicandro nella prossima stagione dove la squadra garganica disputerà il torneo regionale di Seconda categoria. Pasqua, già nella passata stagione a San Nicandro da calciatore, coprirà il doppio ruolo in seno alla società.

Il tecnico va a sostituire Carlo Gaeta che ha guidato la compagine del presidente Leonardo Caruso nell’ultimo quinquennio portandola dal torneo provinciale di terza a quello regionale di Seconda con la conquista dei play-off. «A mister Gaeta – dice il presidente Caruso -, va il ringraziamento non solo della società ma anche di tutti gli sportivi sannicandresi per quello che ha fatto in questi anni».

Si cambia, dunque, con il neo tecnico Pasqua che si sente già di casa. «C’è entusiasmo e San Nicandro è una piazza molto calorosa. L’impatto che ho avuto io è stato senza dubbio positivo nella passata stagione. Con la società – dice Pasqua -, abbiamo detto di puntare al meglio possibile senza stare a fossilizzarci su questa o quella posizione. E’ logico che il nostro intento sarà quello di rimanere nella prima parte della classifica per giocarcela al pari delle altre squadre».

C’è voglia di fare bene. «Mi auguro di poter far bene – asserisce Pasqua -. C’è grande entusiasmo intorno alla squadra e come detto cercherò di dare il mio meglio per arrivare a qualche traguardo di prestigio con il San Nicandro». Difficile ipotizzare che, della rosa della passata stagione rimarrà o se ci sarà una rivoluzione.

«La qualità della passata stagione è di buon livello e sicuramente ripartiremo da quello che abbiamo in casa per poi apportare degli aggiustamenti – rimarca Pasqua -, poi tireremo le somme di dove ci serviranno pedine per rinforzare l’organico». Il nuovo allenatore si è detto subito felice del nuovo incarico. «Sono entusiasta di questa opportunità e la nuova avventura mi sta regalando stimoli mai provati fino ad ora - racconta il tecnico -. Il Presidente mi ha trasmesso tutto il suo entusiasmo ed ha voglia di costruire un altro ciclo importante. Arrivare ad una piazza così mi inorgoglisce perché, come testimoniano i miei predecessori, si può lavorare bene e per obiettivi importanti. I tifosi già nella passata stagione mi hanno colpito e regalato emozioni uniche con il loro trasporto e l’attaccamento verso la maglia. Il nostro organico è già buono e la società sta lavorando per completarlo ulteriormente.

Possiamo fare grandi cose, ma di obiettivi meglio non parlare perché sarà il campo a misurare la nostra reale forza e non le parole. Ai sannicandresi dico che metterò tutto me stesso per essere all’altezza di questa squadra e per regalargli emozioni e gioie. Io di fronte alla possibilità di allenare e trovandomi di fronte la carica e la determinazione di un presidente come Caruso non ho mai avuto dubbi. Ho declinato le altre offerte e detto di sì al San Nicandro. Ora voglio mettermi subito all’opera».

Anna Lucia Sticozzi

Numero di volte letto: 510