06 marzo 2012 13:25

Gli alteti della KB School di San Nicandro espugnano Roma

Gli atleti della Kick Boxing School di San Nicandro Garganico del maestro Giovanni Di Pardo hanno partecipato, con ottimi risultati, doomenica 26 febbraio alla seconda tappa della maratona marziale svoltasi a Roma valevole per le qualifiche ai campionatii italiani.

Il vero protagonista di questa tappa è stato senza dubbio Ruben Coppola, diversamente abile, che ha saputo intrattenere tutto il palasport romano con uno stupendo ed emozionante incontro. Con la sua forza di volontà, Coppola, ha saputo cogliere la vittoria emozionando al tal punto il pubblico che lo ha elogiato con una standing ovation.

Ruben ha dimostrato da sempre amore e passione per la Kick Boxing e attraverso un allenamento costante ha fatto si che si potesse realizzare il suo grande sogno di combattere su un vero e proprio ring. «Ho iniziato a praticare arti marziali e confrontarmi per la prima volta con altri ragazzi pensando "ce la posso fare anch’io"» afferma Coppola.

«I benefici che Ruben ha avuto sono stati impressionanti, anche tenendo conto non sono stati inseriti corsi specifici per disabili - ci spiega l’allenatore Giovanni Di Pardo - I ragazzi disabili devono esser parte integrante di questo sport, con i loro limiti e le loro caratteristiche. Ruben ha da insegnare più che da imparare, mi rendo conto che suona retorico, ma penso che la capacità di integrare persone diverse possa essere una ricchezza e non un freno, per arrivare magari al momento in cui non si vorrà più neanche distinguere il disabile dal normodotato».

Inoltre nella giornata di combattimenti sono scaturiti altri risultalti interessanti per gli atleti della Kick Boxing School San Nicandro. Michele Di Pardo ha conquistato il secondo oro consecutivo aggiudicandosi la qualificazione ai campionati italiani con una tappa in anticipo.

Sebastiano Meola, secondo argento consecutivo, e Antonio Bux con un 4° posto vanno a 12 punti e necessiteranno della tappa di Napoli per agguantare la qualificazione. Deluso Matteo Bortone che esce definitivamente dai giochi agguantando solo un 4° posto.

Dalla tappa di Napoli scaturirà il futuro di questi atleti a cui noi dello staff di sannicandro.org facciamo un grosso in bocca al lupo.

Domenico Maria Mascolo

Numero di volte letto: 715