22 aprile 2013 19:56

La Podistica Sannicandro prosegue i lavori per la Maratona del Gargano

La nona edizione della "Maratonina di San Giuseppe", organizzata con la consueta passione dalla Podistica Sannincandro (e disputata sulla distanza di 11,4 km) va in archivio con due aspetti salienti: il dominio assoluto di Matteo Pio Notarangelo (Atletica Vomano) e l’ottima qualità organizzativa che ha caratterizzato la gara e le iniziative collaterali.

Notarangelo, in testa sin dall’inizio dopo un avvio brillante del talentuoso Dario Santoro, ha fatto gara a se raggiungendo da solo il punto più alto della gara situato in prossimità dell’Eremo di San Giuseppe. Da li, la lunga discesa verso l’arrivo in centro (accolto da un folto pubblico) e caratterizzato da una finale velocissimo che lo ha portato a sfiorare (con 36.19.5) di soli due secondi il record della gara di Francesco Minerva (non in gara in questa occasione).

Alle sue spalle, dopo il ritiro di Santoro, la piazza d’onore è andata al valido Pasquale Rutigliano (Stato Maggiore Esercito – 38.20.6) che ha preceduto nettamente Giuseppe Dedonato (Atletica Sprint Barletta – 40.25.9), a seguire Felice Dell’Aquila, Mario Del Sordo, Vito Minerva, Giuseppe Fatone, Luca Santuopoli, Vincenzo Gramigna e Angelo Nanula.

In campo femminile netta è stata la vittoria della foggiana Sabatina Carlone (Dopolavoro Ferroviario) che con 55.41.0 ha staccato Silvana Longo (Podisti di Capitanata – 58.18.3) e Daniela Aristide (Run & Fun San Severo – 68.31.3) seguite da Concetta Valerio, Brigida Todisco (quinta nel giorno del compleanno), Lucia Valendino, Raffaella Donataccio, Aurelia Brazzo, Anna Improta e Maria Delli Carri.

Da segnalare che la classica sannicandrese ha registrato il suo record di iscrizioni (circa 300 atleti/e da tutta la Puglia, dal Molise e dall’Abruzzo) e con il record di arrivati (253). Nella classifica a squadre successo per i Podisti di Capitanata davanti alla Podistica Sannicandro, a Margherita di Savoia Runners, a Run & Fun San Severo, a A.S. Pegaso, all’A.S. Pod. S. Stefano (ben 41 le società presenti).

La Maratonina di San Giuseppe si è caratterizzata per diversi eventi collaterali: dall’esibizione di balli popolari e dal pasta party del sabato sera, alla promozione con le gare per i giovani (esordienti in gran numero, ragazzi/e e cadetti/e) a precedere la prova assoluta, a momenti di sensibilizzazione su alcune patologie (come il diabete), alla presenza dell’AVIS (per stimolare alla donazione di sangue) e alla novità del nutrito gruppo del Gargano Nordic Walking.

Prima della gara è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime della Maratona di Boston e con loro il grande Pietro Paolo Mennea, Gino Bortone e Vincenzo Caruso (figlio del Prof. Leonardo Caruso).

Una mattinata di autentica festa per la città di San Nicandro con tanto pubblico ad applaudire tutti i partecipanti, accolti sul traguardo dallo speaker Gianni Mauri. «Siamo onorati della partecipazione di così tanti atleti e dell’apprezzamento per la nostra organizzazione – spiega Carlo D’Ambrosio, presidente della Podistica – per noi è una iniezione di fiducia in vista della prima edizione della Maratona del Parco Nazionale del Gargano che organizzeremo il prossimo 27 Ottobre. Un evento a cui teniamo molto per valorizzare la nostra terra e la nostra gente; confidiamo sull’aiuto di tutti (cittadini, associazioni ed istituzioni) per organizzare una bella e partecipata maratona».

L’impegno della Podistica Sannicandro è stato sostenuto da alcune aziende ed esercizi locali: da Villa Florio (ristorante e ricevimenti), al Bar Gelateria Pertosa (Torre Mileto), a Global Security, al Gran Caffè Naxos, a Grifa Costruzioni, a La Vigilanza, a Idrotec termoidraulica e Grifa Ftess. Le classifiche complete le trovate su www.cronogare.it o sul sito www.fidalpuglia.it.

Comunicato stampa a cura del Comitato Organizzatore della Maratonina di San Giuseppe

Numero di volte letto: 883