02 gennaio 2011 12:50

La salvezza dovrebbe essere alla portata dei biancocelesti

Ora la matricola biancoceleste ci ha preso gusto. Quattro successi ed un pari nelle ultime cinque gare con la zona play-off del campionato di Seconda categroia ad un passo. I numeri, parlano chiaro. Classifica alla mano, il San Nicandro con i punti raccolti ad inizio di novembre è una delle squadre più in forma del torneo.

Da Novembre ad oggi i ragazzi di mister Carlo Gaeta hanno assaporato un cammino fatto di reti e vittorie. Ma Gaeta, restio ai complimenti, quasi minimizza, prova a far passare inosservato il dato statistico e sposta l'attenzione altrove, come se volesse bloccare sul nascere i voli pindarici. «La cosa fa piacere - si limita a dire commentando il cammino della sua squadra nel ritorno - vuol dire che se continuiamo così la salvezza è cosa sicura. Il merito è di tutti. Per me è determinante in tutto quello che si fa».

Altri due aspetti danno valore alla risalita del San Nicandro e lasciano sperare per un prosieguo di campionato altrettanto soddisfacente. Tutti i punti conquistati nell'ultimo periodo sono stati ottenuti contro formazioni che avevano le stesse forti motivazioni. «Ora comincia un altro campionato» , osserva l'allenatore lasciando aperto il discorso che si presta a mille ipotesi. «Restano da giocare ancora tante partite, non vi è nulla deciso ma è indiscutibile che la stagione ora prende una piega diversa perché giocheremo punto a punto con la diretta rivale per la promozione, anzi direi gol a gol visto che siamo praticamente pari in tutto» .

Le cifre indicano la forza delle squadre più importanti del girone. Per la zona play-off almeno otto squadre appaiate in 4 punti, determinante invece il ruolino registrato dal San Nicandro nelle ultime partite. Impressionante quello della formazione del presidente Leonardo Caruso. Il calendario propone adesso un vantaggio per i biancocelesti che dovranno giocare diverse gare interne contro le avversarie dirette. Giovedì la gara con l'Orsara, squadra agguerrita, sarà difficile conquistare punti.

«Bisogna stare tranquilli e giocare come se il campionato iniziasse ora – dice l'esperto Francesco Pasqua -, con le squadre tutte alla pari. I prossimi mesi saranno quelli più difficili in quanto affronteremo diverse squadre che navigano nei quartieri alti. Guai ad abbassare la guardia». Pasqua è diventato l'uomo-faro della squadra dopo il suo arrivo. «Ho trovato un grande gruppo di ragazzi disposti a lavorare sodo per raggiungere l'obiettivo che la società si è prefissa - dice -. Possiamo e dobbiamo farcela ma cercando sempre di restare umili: non sarà facile e noi lo sappiamo benissimo».

Numero di volte letto: 210