06 marzo 2011 13:20

Frana ostruisce svincolo superstrada, crolla copertura case Fondazione Zaccagnino

Le piogge cadute in maniera copiosa nelle ultime ore su tutto il centro-sud Italia e sul Gargano, hanno causato danni questa mattina anche a San Nicandro Garganico.

Nelle prime ore di oggi, infatti, è crollata l'intera copertura (tetto e volte) degli immobili, abbandonati da decenni, di proprietà della ASP Zaccagnino, insistenti su corso Garibaldi, il corso principale della città. In particolare, oltre al cedimento del tetto,  riversatosi internamente alla struttura travolgendo anche i solai del piano inferiore, si segnala il crollo esterno di una parte del cornicione, i cui detriti hanno ostruito la strada che costeggia inferiormente corso Garibaldi.

Fortunatamente non si segnalano ulteriori danni a persone o cose, eventualità sventata dall'orario dell'evento. La strada è stata transennata immediatamente dai tecnici del Comune, in attesa che l'ente proprietario provveda in regime d'urgenza a prendere atto della situazione con atti concreti. Già alcuni mesi fa, infatti, il neo presidente della ex fondazione Zaccagnino Nicandro Di Salvia aveva annunciato l'incarico progettuale per risistemare gli immobili.

Una frana di discrete proporzioni, invece, ha interessato in mattinata lo svincolo della SS 693 (superstrada) in direzione Vieste, uscita San Nicandro Garganico, dove le pareti di taglio della strada hanno ceduto in due punti, invadendo parte della carreggiata. Sul posto sono intervenuti i volontari dell'AVERS-Protezione Civile e gli operatori dell'ANAS, che stanno provvedendo a segnalare l'evento agli automobilisti in attesa dei mezzi per sgombrare i detriti.

Si segnala, invece, qualche allagamento nella Sacca Orientale, soprattutto in prossimità del Lauro e dei corsi d'acqua maggiori.

Matteo Vocale

(Foto V. Facchino)

Numero di volte letto: 691