19 ottobre 2011 11:36

Il Nucleo Investgativo di Foggia effettua perquisizioni e stub

Sono proseguite tutta la notte le indagini per far luce sull'omicidio di Massimiliano di Pardo, il pregiudicato di San Nicandro Garganico ucciso ieri sera davanti al suo garage in via Castiglia. Una decina, tra parenti e amici della vittima, le persone ascoltate dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Foggia.

Tutte hanno confermato che la vittima negli ultimi tempi era piuttosto serena e che non mostrava segni di particolare nervosismo o preoccupazione. Quattro gli esami dello stub effettuati; cinque invece le perquisizioni. Al momento gli inquirenti non hanno una pista investigativa ben delineata, ma escluderebbero legami con la criminalità organizzata del Gargano.

Propendono, invece, per un regolamento di conti, una sorta di vendetta consumatasi in paese. A San Nicandro di Pardo era conosciuto per il suo carattere piuttosto rissoso. Nel suo garage aveva allestito una piccola palestra dove spesso allenava un gruppo di giovani. Era istruttore di arti marziali.

Ieri sera di Pardo e' stato freddato con tre colpi d'arma da fuoco al torace e all'addome. Sull´asfalto non sono stati ritrovati bossoli. Prima dell'agguato mortale aveva pranzato con la famiglia; nel pomeriggio era uscito, pare non abbia incontrato persone, poi si era diretto in garage. Di Pardo conosceva Alessandro Senisi, il pregiudicato ucciso piu' di un mese fa sempre a San Nicandro, ma secondo gli inquirenti non vi e' alcun nesso tra i due fatti di sangue.

Fonte: Tatiana Bellizzi per Teleradioerre
Foto tratta da lagazzettadelmezzogiorno.it

Numero di volte letto: 3694