12 marzo 2012 16:33

Nel resto del Gargano altri due interventi simili

Grazie ad una reciproca collaborazione funzionale con il Corpo Forestale, l’Area Protetta potrà godere di tre nuovi avamposti di controllo e promozione. Trattasi dei due nuovi Comandi Stazione del CTA di San Nicandro Garganico (lavori terminati, insediamento previsto entro poche settimane) e Cagnano Varano (lavori in fase di conclusione, insediamento previsto entro un paio di mesi) e dell’attivazione della Caserma di Spigno (in agro Monte Sant’Angelo) affidata alla coop. Ecologika 2000 (lavori in fase di conclusione, fruizione a partire da Maggio).

«Con il Corpo Forestale, guidato egregiamente e proficuamente sul territorio dal dott. Cosimo Chiumento, – dichiara il Commissario dell’Ente Parco, Avv. Stefano Pecorellasi è instaurato un rapporto di stretta collaborazione che nell’ultimo anno ha portato ad un più mirato controllo del territorio con relativo calo di reati. Quindi, non ho avuto alcuna esitazione nel concedere i finanziamenti necessari all’avvio dei lavori per l’adeguamento strutturale dei due nuovi Comandi, i quali, ne sono fermamente convinto, consentiranno azioni preventive e repressive ancor più capillari ed efficienti.

Altrettanto fondamentale – aggiunge Pecorella – è il restauro e la fruizione di Caserma Spigno, snodo strategico allocato nel cuore della Foresta. Infatti, esso oltre a garantire una presenza stabile e vigile di un luogo fuori portata, rappresenterà la miccia per avviare la nuova fase di un turismo che vuol vivere esperienze a diretto contatto con l’ambiente».

«Sono due grandi conquiste quelle ottenute, soprattutto quella di Cagnano Varano – ribadisce il Comandate Chiumento -. Dunque, il nuovo e stretto patto di collaborazione con l’Ente Parco, produce i primi frutti concreti che si estrinsecano con l’operatività di due nuove postazioni. Era da tempo che auspicavamo il potenziamento ed miglioramento delle condizioni di sicurezza ed efficienza delle strutture al fine di poter garantire la nostra completa operatività. Ora, grazie a queste due postazioni strategiche, ci sono i presupposti ideali per svolgere al meglio la nostra funzione sul territorio».

Immobile San Nicandro Garganico: il Comando Territoriale per l’Ambiente del Corpo Forestale aveva fatto richiesta di intervenire per l’adeguamento funzionale dei locali in località Bagno (ex Pretura, adiacente all’attuale Caserma dei Carabinieri), da adibire a Comando stazione di San Nicandro Garganico bis poiché gli stessi non potevano più esistere a causa di uno sfratto immediato. Di qui la decisone dell’Ente Parco, in sintonia con il Comune che ne ha concesso il comodato d’uso, di procedere al finanziamento ai lavori che hanno visto il completamento di parte della tramezzatura di chiusura, l’installazione di una porta blindata e di un climatizzatore duo-split. La nuova ubicazione è stata molto apprezzata dal Corpo Forestale poiché, rispetto al passato, è più adeguata e funzionale all’azione di prevenzione, controllo e pronto intervento.

Immobile Ex Pesa – Cagnano Varano : il CTA, attraverso l’utilizzo di locali concessi dal Comune in comodato d’uso , ha un distaccamento in prossimità della riva del lago di Varano. I lavori realizzati – finanziati dall’Ente Parco – hanno visto l’abbattimento di alcune parti di tramezzatura interna, la chiusura di due porte con grate in ferro, l’adeguamento dell’impianto elettrico alle norme vigenti di legge, la messa in opera di porta blindata e la realizzazione di opere di protezione perimetrali quali apposizione di inferriate alle finestre dei locali al piano primo. Nello specifico si sono costruite parti di tramezzatura per la creazione del locale armeria, necessario per la custodia delle armi in dotazione al Corpo Forestale dello Stato, inoltre l’apposizione di grate in ferro alle finestre perimetrali permetterà di scoraggiare l’intrusione da parte di terzi in questi locali. L’immobile ammodernato sarà reso operativo entro un paio di mesi. Al fine di vigilare ed intervenire tempestivamente, il CTA, avrà a disposizione anche una motobarca acquistata mediante finanziamento dello stesso Ente Parco. Ma, questi locali non saranno solo utilizzati a scopo militare. Infatti, al 1° piano dell’immobile sarà ubicato un infopoint\centro d’accoglienza la cui gestione sarà affidata dal Comune (che nel frattempo ha l’incarico dell’allestimento delle attrezzature necessarie a svolgere tali attività) a soggetti privati per un rilancio della fruizione turistica della zona. Sull’immobile si erge anche una suggestiva torretta che sarà utilizzata sia per la vigilanza sia come postazione di birdwatching.

Immobile di Spigno – Monte Sant’Angelo: in data 1° dicembre 2011 è avvenuta la stipula di un protocollo di concessione tra l’Ente Parco Nazionale del Gargano e la cooperativa Ecologika 2000 di un’immobile che sarà fruibili dal prossimo mese di maggio. La struttura è ubicata in uno dei luoghi più intimi del Parco Nazionale, nel cosiddetto GARGANO RURALE. Si caratterizza con un manufatto incastonato nel cuore di una vasta area boschiva al quale si accede attraverso due ingressi. Gli interni sono composti da un ampio salone che sarà adibito a dormitorio tipico dei rifugi di montagna e un altro locale per la cucina spartana dei pastori, dove tutto è essenziale, con il caldo contorno di un camino tipico. Sono presenti i servizi igienici essenziali. La struttura attualmente non è funzionale, ma sarà resa idonea dalla cooperativa ONLUS ECOLOGIKA 2000 che da circa 6 anni gestisce ‘CASA NATURA’. Il rifugio di Monte Spigno rappresenta un tassello strategico per i viaggiatori che amano la mobilità lenta. E’ inserito nei circa 400 km di sentieri naturalistici realizzati dal Parco Nazionale del Gargano. Sono previste le seguenti attività: presidio del territorio boschivo per avvistamento incendi; osservatorio naturalistico della fauna selvatica; cucina tipica contadina per far degustare ai viaggiatori le sensazioni del cibo dei pastori; luogo di pernottamento essenziale per i viaggiatori che amano svegliarsi in un contesto “selvaggio”, dove la natura esprime il suo vigore più forte; sinergia con i BOY SCOUT e altri gruppi naturalistici nazionali per organizzare CAMPI NATURA; accordo di programma con il Corpo Forestale dello Stato e l’associazione ‘CENTRO EQUESTRE POSTA RUGGIANO DEL GARGANO’ al fine di presidiare il territorio a cavallo per fornire assistenza ai turisti, prevenire e domare incendi; ritrovamento turisti smarriti nel bosco, attraverso apposite segnaletiche in grado di condurre i turisti al Rifugio di Monte Spigno e a ‘CASA NATURA’, proprio come si è già verificato a Febbraio 2012 in occasione dell’ultima abbondante nevicata di 80 cm dove 15 turisti intrappolati nella neve hanno trovato rifugio e passato la notte a ‘CASA NATURA’.

Fonte: statoquotidiano.it

Numero di volte letto: 624