15 maggio 2012 08:49

Aggredito gregge di pecore, ma il predatore è stato messo in fuga

Di avvistamenti di lupi o di ricognizioni delle loro aggressioni, ormai sul Gargano se ne parla da un paio d'anni. Mai nessuno, però, avrebbe pensato che il predatore più conosciuto e più temuto della storia sarebbe tornato anche a San Nicandro Garganico.

Lo scorso pomeriggio, infatti, in una masseria in località Costa dell'Arena, alcuni testimoni hanno assistito ad una vera e propria aggressione da parte di un lupo ad un gregge ovino. Pochi secondi sono bastati all'esemplare per uscire allo scoperto ed azzannare due pecore con l'impeto consueto della specie, prima di essere messo in fuga dall'intervento tempestivo dei presenti.

Una notizia senza dubbio epocale: gli ultimi lupi nel territorio di San Nicandro, infatti, furono avvistati ed ammazzati (vi era una legge all'epoca che lo consentiva, con tanto di taglia) verso la fine del 1800, quando si usava ancora esporne le carcasse in piazza per tranquillizzare boscaioli e allevatori.

Oggi la specie è protetta e le dinamiche dei branchi vengono seguite dagli studiosi con molta attenzione. Per il territorio sannicandrese si tratta sicuramente di una buona notizia, che sancisce il ristabilirsi di un ecosistema antico e comunque importante per l'intera area.

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 2210