11 febbraio 2013 08:43

22 anni di carcere la sentenza di primo grado

E' stato condannato a 22 anni di reclusione Leonardo De Angelis, meglio noto come Nino Taccon', il 23enne riconosciuto colpevole dell’omicidio di Massimiliano Di Pardo, 37 anni, ucciso a San Nicandro Garganico il 18 ottobre 2011 con tre colpi di fucile, nei pressi del garage che aveva adibito a palestra.

De Angelis fu arrestato l’8 novembre dai carabinieri del Reparto operativo di Foggia e dai colleghi del locale comando stazione.
La sentenza di primo grado è stata emessa lo scorso 9 febbraio dalla Corte d’Assise di Foggia: il pm della Procura di Lucera Pasquale De Luca aveva chiesto 27 anni di reclusione ma i giudici, escludendo l’aggravante della premeditazione, hanno definito la condanna a 22 anni di per omicidio doloso, porto e detenzione illegale di un fucile e furto dello scooter che il De Angelis aveva utilizzato per compiere l’omicidio.

Stando alle ricostruzioni emerse nel corso delle indagini, il killer agì avvicinandosi al Di Pardo a bordo di un ciclomotore e facendo fuoco con un fucile caricato a pallettoni. I carabinieri di San Nicandro Garganico, la notte stessa del delitto, sottoposero De Angelis all’esame stub: a distanza di sole tre settimane, fu arrestato sulla scorta degli elementi acquisiti.

Il processo si presentò sin dal principio difficoltoso, a causa delle "testimonianze omertose", fanno sapere i familiari del Di Pardo, che lamentano il maggiore ostacolo nell'omertà di tanti. «Grazie alla tenacia e all’esperienza del pm Pasquale De Luca - tengono infatti a precisare - ha ottenuto giustizia sulla base della revisione delle testimonianze e dell’acquisizione di nuovi elementi di prova, ribaltando così la scandalosa sfilata di testimoni che si erano trincerati dietro un 'non ricordo'».

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 2905