27 aprile 2010 15:00

Fu coinvolto nell'operazione 'Remake'

E' Gianluca Protino, 34 anni, di San Nicandro Garganico, la vittima del suicidio nel carcere di Teramo, il 22esimo avvenuto dall'inizio del 2010 nelle sovraffollate carceri italiane.

Il giovane è stato trovato impiccato stamane nella sua cella del carcere di Teramo, nel reparto 'alta sicurezza'. Il detenuto - secondo quanto si è appreso al momento - avrebbe utilizzato i lacci delle scarpe annodati alle sbarre della finestra per creare un cappio attorno al collo. 

Gianluca Protino, arrestato nell'ambito dell'operazione 'Remake' del 25 settembre scorso, era detenuto nel carcere di Castrogno, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Dda di Bari per la contestazione di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti ed era in attesa di giudizio a conclusione delle indagini.

Il cadavere è stato trovato dagli agenti di polizia penitenziaria questa mattina poco prima delle 8,00. Sul suicidio è stata aperta un'inchiesta da parte della procura di Teramo, coordinata dal sostituto procuratore David Mancini.

Numero di volte letto: 1710