25 gennaio 2011 15:18

Il fatto segue minacce e pedinamenti

I Carabinieri di San Nicandro Garganico hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, M.V. 43 anni accusato di furto in abitazione, porto abusivo di arma, danneggiamento, violazione di domicilio aggravata dalla violenza sulle cose.

La vicenda nasce da un tormentato rapporto sentimentale tra il 43enne e la sua ex convivente. Dopo la conclusione della loro storia d'amore, il 43enne ha iniziato a minacciare e perseguitare l'ex fidanzata al fine di costringerla a ritornare con lui. Telefonate minatorie, appostamenti sotto l'abitazione della donna e minacce di violente ritorsioni ai danni dei suoi familiari; sino a sfociare nell'atto più eclatante commesso nella giornata di ieri quando, dopo averla costretta a salire a bordo della sua autovettura, i due hanno avuto un violento litigio.

La vittima, di fronte ai fatti, ha deciso allora di denunciare l'ex compagno. Proprio durante la formalizzazione della querela, è giunta presso la stazione carabinieri una segnalazione telefonica in merito a rumori molesti provenienti dell'abitazione della vittima.

Giunti sul posto, i carabinieri hanno sorpreso all'interno della casa M.V. con atteggiamento furtivo. Addosso allo stesso i militari hanno recuperato monili, gioielleria e bigiotteria di proprieta' dell'ex convivente, mentre la successiva perquisizione sull'autovettura del predetto, consentiva di recuperare altri oggetti in oro, effetti personali, vestiti, foto della vittima ed una spada del tipo "katana".

(Tatiana Bellizzi da Teleradioerre)

Numero di volte letto: 860