25 marzo 2009 00:00

Giovedì 26 marzo a Palazzo Fioritto

Arriva un altro appuntamento di "Vediamoci e parliamone", questa volta con discussione e pezzi di proiezione del film "L'uomo di paglia", con la regia di Pietro Germi e con Pietro Germi, Luisa della Noce, Saro Urzì, Edoardo Nevola e Franca Bettoja.

L'appuntamento è per giovedì 26 marzo alle 19:00 a Palazzo Fioritto. Ecco la trama del film:

Sembrerebbe una situazione tipica dei film della commedia erotica all'italiana. La moglie va in vacanza e il marito resta in città... ma il film di Germi ha ben altra portata. È la storia di una famiglia operaia che si sta avviando a lasciare la sua classe, che ormai negli anni sessanta sta per trasformarsi in piccola borghesia. Andrea è un buon padre di famiglia romano, quarantenne operaio specializzato che ogni giorno va al lavoro salutando cortesemente i vicini di casa che incontra sul pianerottolo. Pur abitando nello stesso palazzo, come accade negli alveari cittadini, Andrea non ha mai incontrato una giovane donna, Rita, che invece occasionalmente conosce quando la domenica va al mare a trovare la moglie e il figliolo. Si scambiano poche parole ma è l'inizio di una passione incontenibile con Rita, così affascinante nella dolce estate romana. Nonostante un'iniziale diffidenza in realtà è anche lei attratta da quell'uomo in cui vede il suo stesso desiderio di un amore libero e totale a cui alla fine si abbandona. Ma Andrea è un uomo a metà: ama sinceramente la giovane ma nello stesso tempo non è capace di staccarsi definitivamente dai suoi affetti familiari sino a quando non decide di troncare la sua relazione. Il fuoco di paglia ha bruciato intensamente ma ora si è spento del tutto. Ma Rita non può vivere senza quell'uomo e per questo si uccide.
È un dramma tipicamente borghese ottocentesco quello che ora vive Andrea che già si sentiva in colpa per il tradimento verso sua moglie alla quale per liberarsi confessa tutto. Luisa travolta dalla verità non può accettarla e abbandona il marito portando con sé il figlio.

Andrea continua a vivere disperatamente e senza pace quando, la notte dell'ultimo dell'anno trova in casa la moglie con il figlio. Tutto sembra come prima: la moglie lo ha perdonato e la vita sembra tornare a scorrere su i soliti binari; ma non è così: negli sguardi che Andrea e Luisa si scambiano rimarrà la traccia indelebile di quel dramma che ha sconvolto la loro vita.

Numero di volte letto: 64