26 aprile 2013 09:15

Ottimo il successo e tante le iniziative nella stagione di riapertura

Dopo un periodo di assenza dal panorama culturale, il Teatro Italia, unica struttura rimasta indenne a progresso e alle nuove tecniche di proiezione, è ritornato nuovo e più forte sulla scena culturale del centro Garganico. A far da padrona a questa riapertura è sempre la signora Annamaria Fallucchi, imprenditrice e donna di forti capacità comunicative grazie al suo vero amore per la cultura e per il proprio paese.

Il Cinema Teatro Italia ha una storia molto ricca di successi ed eventi segnati sulle più grosse riviste, attori del calibro di Buzzanga, Corinne Clery, Beruschi, Maurizio Micheli, Benedicta Boccoli, Franco Castellano, Mazzamauro, Germano Benincaso, Nico Maretti, Carmela Vincenti, Caterina Costantini, e tantissimi altri che detengono la scena teatrale e cinematografica come Uccio de Santis e Teresa Lallo.

Elencarli tutti sarebbe impossibile, ma il loro passaggio sul palco del Teatro Italia ha dato molto. L’8 dicembre 2012 Annamaria Fallucchi inaugura la riapertura del Teatro Italia ufficialmente con abbellimenti e messe in opera di varie zone del teatro. Il 9 dicembre si inaugura la stagione teatrale con Uccio De Santis con un tutto esaurito mai registrato.

La stagione teatrale vede anche l’esibizione di altre compagnie locali come "Il cognato di Michele" con la regia di Rinetto Manduzio, Dietrolequinte con “Serata a quattro stelle” di Vincenzo Montemitro, Tuttinscena con “La ricchezza della povertà”, Teresa Lallo, sannicandrese ma romana di adozione, personaggio esilarante nota al grande pubblico mediaset e film di spessore nazionale e internazionale.

Da circa 20 anni, la spalla forte dove la signora Fallucchi fa leva è sempre la stessa, Gino Carnevale, giovane sannicandrese, amante della cultura e delle sana riuscita per ogni spettacolo, dove non ci devono essere perdite e insuccessi ma solo divertimento e successi.

Con l’entrata del prof. Rino Manduzio, il gruppo prende solidità e decide di sperimentare un laboratorio Teatrale per giovani e giovanissimi in collaborazione con il Teatro dei Limoni di Foggia. Ogni settimana i bambini hanno acquisito lezioni di teatro partendo dalla base. Ogni sabato per ben tre ore, merenda inclusa, hanno studiato sodo e hanno conosciuto l’emozione del palcoscenico, e quello del Teatro Italia, è davvero grande.

Infatti venerdì 26 viene messa in scena una storia “i tre capelli d’oro del diavolo” proprio dal gruppo dei bambini alunni di questo laboratorio.

Ma il gruppo formato dalla Fallucchi, Manduzio e Carnevale non si è fermato solo a questo. Infatti, nello spettacolo del 2 e 3 marzo con la commedia “il cognato di Michele” con Michele Lallo, raccoglie la magica cifra di ben 7000 euro donandoli interamente all’AIRC associazione ricerca contro il cancro per una borsa di studio in memoria di Enzo Manduzio che andrà ad un giovane ricercatore pugliese.

Da ricordare anche l’altro spettacolo del 20 aprile “serata a quattro stelle” dove il ricavato è andato interamente all’AGAPE associazione genitori e amici piccoli emopatici.

Ora che la stagione volge al termine, un nuovo progetto è stato ideato. Nuovi orizzonti culturali riprende la scia del precedente ma più complesso e arricchito. Nel laboratorio vi saranno più sezioni: teatro, musica, pittura, cucito, scenografia, lettura di fiabe, e quello più interessante, dormire sul palcoscenico nel sacco a pelo fino a tarda sera con insegnanti, bambini e genitori.

È prevista una rassegna con tutti i gruppi teatrali e musicali locali per dare visibilità a nostri giovani talenti. Cosa importante da sottolineare è che ad insegnare nel laboratorio saranno i ragazzi stessi che proporranno le nuove commedie.

Il Teatro Italia vede in questo progetto una sana collaborazione con i giovani affinchè nulla venga perso e che per il futuro, nuovi talenti portino alto il senso e lo spirito della cultura teatrale e musicale.

Gino Carnevale

Numero di volte letto: 350