29 aprile 2012 15:08

L'evento ritorna in centro. Ad organizzarlo è il circolo PD

Anche quest'anno si terrà l'ormai consueto appuntamento con il 1° Maggio Live del Gargano, giunto alla IV edizione. A comunicarlo è il circolo del Partito Democratico che ha deciso di dare continuità ad una iniziativa, tiene a dire il responsabile delle manifestazioni Tommaso Rispoli, che insieme a Domenico Maria Mascolo furono i primi ideatori della manifestazione, «impegna buona parte dei numerosi gruppi musicali sannicandresi, costituiti per lo più da giovani, che ogni anno danno il loro contributo gratuito per creare movimento in paese e mettere alla prova se stessi con le performance musicali».

A differenza degli altri anni, il concerto si terrà a piazza 4 Novembre. «Per tutto l'anno si lamenta lo spopolamento del centro a favore di altri luoghi poco distanti dalla periferia - spiega Rispoli - per cui abbiamo ritenuto opportuno portare il concerto in centro: ovunque gli eventi di carattere cittadino si svolgono nelle piazze principali».

Non solo musica ma anche storia. Abbinata alla manifestazione, infatti, anche una mostra fotografica dal titolo "La festa e la fatica", a cura di Angelo Frascaria e Nazario Cruciano. Nell'androne di Palazzo Zaccagnino (ex comune) campeggeranno le foto storiche del 1° Maggio sannicandrese e alcuni scatti d'epoca sui principali luoghi di lavoro. Le foto, in cui molti sannicandresi potranno riconoscere se stessi e i propri avi, provengono da archivi personali e di famiglia. I contributi principali sono di Vittorio Tancredi, Vincenzo Benedettino, Ninuccio La Torre, Daniele Bonfitto, Lucia Emanuela Petrucci ed altri.

«San Nicandro ha bisogno di riacquisire la propria memoria storica per ritrovare la sua identità culturale e la sua unione civica - è il pensiero di Matteo Vocale, segretario cittadino del PD - e questa occasione è tra le predilette per ricordare cosa era San Nicandro: un paese piccolo ma di lavoratori instancabili, che combattevano per il proprio ideale, che si interessavano di politica in prima persona, facendo della nostra città un teatro tra i maggiori in Capitanata dei movimenti popolari sia socialisti e comunisti sia democristiani.

Non è stato facile organizzare un evento che si basa sui contributi liberi di esercenti e imprenditori cittadini - spiega Vocale - Certo, il momento è improvvido ma è necessario capire che bisogna unire le forze e creare periodicamente questi piccoli indotti per l'economia della città: contribuire tutti per contribuire meno, persuasi che l'economia non verrà mai dalla politica: non siamo più ai tempi del re, dove tutto calava dall'alto. Bisogna avere iniziativa e un po' di spirito imprenditoriale e organizzativo - conclude il segretario - qualità che la politica deve solo accogliere, senza creare mai ostruzionismi dai meri fini elettoralistici».

L'appuntamento è martedì 1 maggio ore 18,00,a Palazzo Zaccagnino, con l'esibizione musicale dei canti tradizionali del 1° Maggio sannicandrese e il breve racconto su "La vera storia di Bella Ciao", a cura dell'etnomusicologo Salvatore Villani, che si abbinerà alla mostra fotografica. Seguirà, a partire dalle 20,00, il concerto in piazza IV Novembre.

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 685