05 ottobre 2009 20:55

Successo per Birrenotico e finale col botto

E' stata un successo, se si considera che è alla sua prima edizione, la manifestazione "Birrenotico", che ha voluto coniugare il mondo delle birre e dei vini, con una finestra sulle tecniche di produzione e una vasta gamma di prodotti per la degustazione, nell'ambito dell'edizione 2009 della tradizionale Festa d'Ottobre. Assai apprezzata soprattutto la location, largo Gelso, la bella e accogliente piazzetta rivalutata da un paio di anni dall'Amministrazione Squeo per molte pubbliche manifestazioni.

Tutto esaurito anche per la degustazione di capra acqua e sale, in p.za IV Novembre, a cui faceva da corona una mostra di animali da masseria, apprezzata soprattutto dai più piccoli.

Il tradizionale mercato ha registrato il solito flusso di commercianti e acquirenti anche se, a detta dei primi, si continua a spendere sempre meno, nonostante la gente - sicuramente a causa della crisi - preferisca i più economici prodotti mercatali.

Nonostante l'interruzione di venerdì 2 ottobre, a causa del maltempo, tutto è continuato il giorno successivo, anche se in modo attenuato riguardo alle presenze, trattenute dalla temperatura più fresca.

Domenica, invece, ha concluso tutto la secolare festa della Madonna del Rosario, che quest'anno ha registrato l'importante novità della concomitanza con S. Francesco, nel settantesimo dalla sua elezione a Patrono d'Italia: processione comune, dunque, per l'Arciconfraternita del SS. Rosario e i Frati del convento di S. Maria delle Grazie, con la prima che si è accollata volentieri tutte le spese e le questioni logistiche, guardando ai bisogni del Convento ancora in fase di restauro. Gran finale in p.za IV Novembre, al termine della messa vespertina, con un grandioso e apprezzato spettacolo pirotecnico.

Soddisfazione per la Festa d'Ottobre espressa anche dall'Assessore promotore dell'iniziativa, che vuole rivalutare la tradizionale festa d'Ottobre scindendola dalla fiera campionaria: "E' un ennesimo passo avanti - ha dichiarato l'ass.re Nino Gambuto - per definire bene il taglio tra la Festa d'Ottobre, vera occasione di svago e di rivisitazione della tradizione, e la fiera campionaria, che deve avere come centro solo l'aspetto economico e promozionale del territorio. C'è ancora da fare, e proseguiremo determinati su questa strada".

Ancora nulla di ufficiale, intanto, sulla manifestazione fieristica, che a detta dell'Assessore alle Attività Produttive, Rosario Marrocchella, dovrebbe svolgersi dal 19 al 22 novembre.

Alla base dello slittamento a novembre, nonostante il proverbiale silenzio dell'Amministrazione comunale, poco avvezza alla comunicazione pubblica, pare vi sia una scelta coraggiosa e radicale, al fine di dare un taglio più efficiente, a livello economico e promozionale, alla manifestazione.

M. Vocale

Numero di volte letto: 52