03 marzo 2011 20:36

Posticipati i tempi dello spegnimento della tv tradizionale

Il calendario nazionale dello switch off 2011 e 2012 è in dirittura d'arrivo. Tra poco più di 10 giorni il CNID (Comitato Nazionale Italia Digitale) si riunirà per approvare quello che il Ministro per lo Sviluppo Economico, Paolo Romani, ha proposto nella riunione del 1 marzo scorso.

E' ormai evidente che il primo semestre dell'anno sta passando senza avere notizie certe sul futuro della televisione digitale nel Paese ora che il processo di switch over (del passaggio primario di Rai 2 e Rete 4 al DTT) è stato abolito. Dopo il Nord Italia sarà la volta del centro e del sud (compresa la Sicilia mentre la Sardegna fu la prima ad utilizzare la nuova tecnologia già dal 2008).

Non buone le notizie che riguardano però la Puglia che, a seguito della proposta avanzata dal dicastero, posticipa al primo semestre 2012 il passaggio globale alla "nuova tv", un anno dopo rispetto alla calendarizzazione nazionale attualmente in vigore. Discorso a parte per la nostra città, la quale facente parte di un processo congiunto con il Molise, switcherà nel secondo semestre del 2011 (al contrario dell'attuale primo semestre). Ora si attendono le decisioni del CNID e delle tv locali che diranno la loro nella riunione di metà marzo quando si conoscerà, con esattezza, il momento in cui potremo visionare anche noi i tanti nuovi canali offerti dalla nuova tecnologia.

Vincenzo Giagnorio

Numero di volte letto: 566