27 ottobre 2012 08:58

Minervini: "Con l’ammodernamento della linea San Severo-San Nicandro Garganico dimezzeremo i tempi

In treno da Foggia alle spiagge del Gargano in meno di un’ora contro le quasi due ore attuali. “Con l’ammodernamento della linea San Severo- San Nicandro Garganico dimezzeremo i tempi di percorrenza. E’ un progetto destinato a incidere sulla vita delle persone e cambiare profondamente le sorti di un territorio”, ha spiegato questa mattina l’assessore regionale alle infrastrutture e mobilità Guglielmo Minervini nel corso della presentazione dello stato di avanzamento dei lavori. Tutto procede secondo i tempi.

Sulla tratta Apricena – San Severo è in corso la realizzazione del ponte in acciaio per lo scavalco della A14 e la posa dei binari. Il completamento dei lavori è previsto a giugno del 2013 e l’attivazione del servizio per i viaggiatori dal 1 gennaio del 2014. Si sta anche lavorando sul secondo lotto la Apricena – S.Nicandro con la realizzazione di una galleria di 3.178 m. L’attivazione del servizio è prevista nel 2015.

Abbiamo finanziato con 40 milioni di euro questo intervento e con circa altri 12 milioni l’acquisto di 3 nuovi treni che potranno correre fino a 140 km/h su queste tratte, faremo entrare in connessione il Gargano con la Capitanata e il sub appenino dauno. Nel tempo si è sedimentata quasi una reciproca estraneità tra questi tre sistemi territoriali. Vogliamo rompere il muro che separa questi mondi, dimezzare i tempi di percorrenza, rendere ordinario quello che oggi è straordinario. Pensate agli studenti universitari, venire a Foggia diventerà ordinario oppure ai cittadini e turisti che vogliono raggiungere le spiagge del Gargano, visto che le stazioni di Ischitella o Calenella sono proprio di fronte al mare, potranno farlo in treno in un tempo ragionevole”.

La linea San Severo-Peschici Calenella, infatti, tocca in diversi punti l’area del Parco Nazionale del Gargano, attraversa il territorio di 8 comuni – San Severo, Apricena, San Nicandro Garganico, Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Rodi Garganico, Vico del Gargano – e serve di fatto anche il comune di Peschici, di cui arriva a lambire il confine comunale in estrema prossimità con il centro abitato.

Sarà possibile andare – ha sottilienato Minervini – da Apricena a Foggia in 25 minuti rispetto ai 60 attuali e, con il completamento dell’opera, da S.Nicandro a Foggia in 35 minuti, oggi ne servono 90 o da Cagnano Varano a Foggia in 55 minuti contro i 110 attuali”. Ma è un piano di sistema che Minervini ha illustrato così: “Stiamo guardando lontano, con una strategia organica che punta all’interoperabilità delle reti. I treni dal Gargano potranno entrare da nord nella stazione di San Severo in modo da garantire i collegamenti da/per Foggia senza necessità di inversione di marcia. Foggia diventerà un hub, uno snodo centrale della rete ferroviaria, connessa con Potenza e con l’alta capacità Bari-Napoli. Scendendo a Barletta si potrà entrare direttamente sulla linea della Ferrotramviaria e, sempre senza cambiare treno, si potrà arrivare in aeroporto”.

Questa mattina è stato anche inaugurato nelle officine delle Ferrovie del Gargano di Foggia l’unico impianto in Italia in grado di sollevare un treno e procedere alla sostituzione di un carrello in due ore. Un investimento della società, progettato dai suoi ingegneri, che sta facendo scuola. Adesso, infatti, anche Ntv se ne sta dotando. “Un intervento – ha concluso l’assessore – tecnologicamente innovativo e avanzato per dire che in Puglia si sta sperimentando e qui si realizzano le condizioni perché altri vengano a vedere cosa succede”.

Fonte: statoquotidiano.it

Numero di volte letto: 622