09 marzo 2010 14:43

In dirittura d'arrivo l'appalto per la bitumazione di alcune strade urbane

E' stata divulgata dall'Assessore ai Lavori pubblici, Nino Gambuto, l'imminenza della pubblicazione di una gara d'appalto per la bitumazione di una buona parte delle strade urbane.

A San Nicandro Garganico, infatti, da ormai troppi anni i cittadini sono costretti a transitare per le vie della città facendo attenzione a buche e situazioni di dissesto che, in molti casi, hanno determinato anche contenziosi per danni tra cittadini ed ente municipale.

La situazione, che dura da quasi un decennio e che per abitudine non viene quasi più avvertita, si è determinata in seguito ai numerosi allacci alla rete della metanizzazione e a riparazioni dell'Acquedotto pugliese.

Nonostante la normativa prevedesse il ripristino puntuale del piano stradale, sembra che i lavori non siano mai stati controllati ed eseguiti, quindi, in modo superficiale fino a provocare, con il passare del tempo, cedimenti e dissesti.

Grazie ad un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti, invocato dall'attuale Amministrazione già qualche anno fa e ottenuto solo ora, finalmente sarà possibile bitumare una prima parte delle strade cittadine.

I lavori consistono nella raschiatura dell'attuale manto stradale e bitumazione con tappeto di usura debitamente rullato.

L'importo a base d'asta è di circa 212mila euro per circa 20 strade: viale Giovanni XXIII, via G. Fortunato, via Ottaviano Augusto, via M. Del Campo, via Rovelli, via Baracche, via Roma, via P. Giannone, c.so Umberto I, p.za Domenico Fioritto, c.so Garibaldi, via della Libertà, via don Sturzo, via De Gasperi, via Donizzetti, via Matteotti, piazza Falcone e Borsellino, via Tarantone e via G. Marconi fino a Portone Perrone.

"Abbiamo tenuto conto - spiega l'assessore Gambuto - di quelle vie che sono nel contempo le più dissestate e maggiormente trafficate. Sono escluse strade come via Gramsci-Torre Mileto per la spesa eccessiva ma anche perché interessate da numerosi 'rattoppi' quando si è insediata l'attuale Amministrazione".

Si tratterebbe, dunque, di una prima tranche di lavori esecutivi, a cui seguiranno altre in base alle disponibilità finanziarie.

Considerando i tempi necessari per la gara, che partirà a breve, e l'appalto - fanno sapere dagli uffici comunali - i lavori potrebbero iniziare già entro la primavera.
 

Numero di volte letto: 316