27 novembre 2010 22:35

Gambuto, 'ora puntiamo al campo sportivo. Deliberati 400mila euro'

Otto mesi di lavori, tre di ritardi per una variante in corso d'opera, 300 mila euro l'importo totale finanziato da Regione Puglia e CONI: la nuova pista di atletica dello stadio comunale di San Nicandro Garganico è finalmente una realtà che sarà inaugurata domenica 19 dicembre.

Lo comunicano in una nota gli assessori Antonio Gambuto (Lavori Pubblici) e Angela Nardella (Sport e Volontariato) che, d'intesa con i dirigenti comunali del servizio e di concerto con le associazioni sportive dilettantistiche, stanno già programmando un regolamento di fruizione del nuovo bene da parte di singoli cittadini, sportivi e associazioni.

Risale alla fine degli anni '80 il primo rifacimento dello stadio comunale (risalente agli anni '50), quando fu dotato di erbetta e di pista di atletica perimetrale. Con il passare degli anni, tuttavia, la manutenzione della struttura subì dei limiti determinanti, che in pochi anni videro il campo ridursi nuovamente a battuto di breccia e sabbia e la pista soccombere al degrado.

In particolare, la pista fu presto resa impraticabile, oltre che dalll'uso improprio e non regolamentato (tra cui la destinazione del campo sportivo a sede della Fiera di Ottobre, come accaduto dal 1997 al 2009), dalle radici dei pini collocati a suo tempo sul versante Nordest, che ne compromisero gravemente la superficie e la stabilità.

Nel 2008, l'Ammnistrazione comunale, anche su proposta delle associazioni podistiche e calcistiche, decide di mettere mano al campo sportivo. Primo progetto fattibile e finanziabile in poco tempo, grazie anche all'intervento del CONI, risultò proprio quello della pista, i cui lavori cominciarono a marzo scorso.

La cerimonia di inaugurazione della nuova pista è stata fissata per domenica 19 dicembre, alle ore 10,00, alla presenza di autorità civili, militari e religiose. Tra queste, i dirigenti provinciali e regionali del CONI e i rappresentanti delle associazioni podistiche, che negli ultimi anni hanno portato ben lontano il nome della città.

«Voglio ringraziare, a nome dell'intera Giunta - è il commento a caldo dell'assessore Nino Gambuto - la ditta che ha eseguito i lavori, rispettando i tempi previsti dal contratto d'appalto, nonostante alcuni intoppi burocratici a cui le pubbliche amministrazioni sono, purtroppo, ormai aduse. Un ringraziamento va anche - continua Gambuto - alla dirigente regionale che si è mostrata sensibile alla problematica accelerando i tempi di approvazione della variante.

Raccomandiamo agli utenti - ricorda l'assessore ai Lavori Pubblici accennando al regolamento di fruizione della struttura - di usarla nella consapevolezza che è un bene della comunità cittadina che, inoltre, per le sue caratteristiche ci è invidiato da tutta la provincia».

Sulle critiche mosse dalle associazioni calcistiche, secondo alcune delle quali l'Amministrazione avrebbe dovuto occuparsi prima del calcio cittadino, Gambuto, oltre a ricordare che nessuno sport è più degno dell'altro e che ci sono state delle concordanze che hanno indotto ad interessarsi dapprima della pista: «con enorme soddisfazione - chiosa l'assessore - posso comunicare che la Giunta, lo scorso 25 novembre, ha deliberato a favore di un intervento straordinario di circa 400 mila euro per riconsegnare alla città un degno campo di calcio, per il quale - conclude - ci batteremo nel nostro usuale silenzio che darà spazio solo ai fatti».

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 372