23 marzo 2011 10:16

Marinacci: "Vorrei che voi tutti credeste nel progetto di rinascita della città"

"Rimettiamoci in cammino", questo lo slogan, ribadito anche all’ultimo comizio del 20 marzo, che accompagnerà la coalizione di centro-destra alle elezioni amministrative del 15 e 16 maggio 2011.

Domenica scorsa, dunque, i cittadini hanno avuto la possibilità di conoscere parte del programma elettorale della coalizione di centro-destra che sostiene Nicandro Marinacci come candidato sindaco ideale per le elezioni comunali. Nonostante la temperatura non favorevole, la coalizione ha potuto contare sulla presenza di una piazza gremita di gente.

Ad intervenire sul palco i rappresentanti dei nove partiti che promuovono questa candidatura, i quali hanno espresso le loro posizioni e i loro punti di vista riponendo nelle mani di Marinacci la "chiave di volta" per far rinascere San Nicandro.

«Dobbiamo conoscere le persone con cui intraprendere questo cammino - afferma Costantino Ciavarella in rappresentanza del PdL - ed è per questo che ci serve una guida forte, capace e stabile»

«Una campagna elettorale è sempre piena di belle promesse, la maggior parte delle quali destinate a non essere mantenute. - dichiara Tommaso Sticozzi, segretario di Socialismo Dauno - Ecco perché a noi piace fare programmi realizzabili, studiati con persone capaci di poterli realizzare e l’Onorevole Marinacci, con le sue capacità intellettive e il suo amore per la sua città, è nuovamente l’alternativa più idonea a combattere la crisi che, ormai da anni, ci sta attanagliando. Egli è riuscito, ancora una volta, a formare una coalizione rappresentata da giovani Segretari e volti nuovi, partendo così, già da una vittoria»

Forti anche le parole di Matteo La Torre, portavoce del partito "La Destra": «Il giorno dopo le elezioni, ci si dimentica delle promesse fatte al popolo. Questa coalizione si attiverà affinché le future elezioni siano diverse perché i Sannicandresi sono intelligenti, sono coraggiosi, sono forti, sono dei professionisti. Noi giovani - continua La Torre - siamo stati per troppo tempo in silenzio e sebbene io rappresenti un partito piccolo, siamo pieni di valori. Valori che sono gli stessi dell’Onorevole Marinacci e per i quali, abbiamo anche noi, scelto di appoggiarlo».

Angelo Diana, segretario di "Alleanza di Centro" invita a riflettere sul significato del termine 'moderato': «E’ una parola che ai giovani non piace perché evoca furbizia e per questo considerata un difetto, salvo scoprire in età adulta che invece è una grande virtù. Ed anche noi per gli stessi motivi, appoggiamo Nino Marinacci. Lo appoggiamo per la sua diligenza, per la sua caparbietà, per la sua esperienza politica».

A concludere il comizio l’Onorevole Marinacci che prende la parola ringraziando innanzitutto i presenti ed i portavoce della coalizione.
«Vorrei che voi tutti credeste nel progetto di rinascita della città. I debiti attuali sono stati contratti per opere incompiute, mentre nelle precedenti amministrazioni abbiamo dato decoro alla città, nonché senso e motivazione alle attività intraprese, ed è quello che vogliamo rifare per provare che ci siamo. Che siamo vivi e che, soprattutto, siamo veri.

La spiegazione alla mia candidatura è unica - prosegue l'ex sindaco - sento di essere stato interrotto in passato, ed è da quel punto che vorrei riprendere. Vi chiedo, pertanto, di non votare un volto, ma il motivo della candidatura: il mio desiderio maggiore sarebbe infatti quello di essere eletto con voti al pari di quelli delle liste».

Riferimenti anche ai volantini ingiuriosi che vengono ultimamente distribuiti da ignoti: «Vorrei inoltre, una campagna elettorale pulita, senza lettere anonime, senza ingiurie o calunnie. Vorrei una campagna elettorale veramente politica, incentrata sulla rinascita di San Nicandro Garganico e non su assurde dinamiche personali o familiari riguardanti la mia persona. Dobbiamo tornare a credere in una città che ha tutte le carte, le risorse e le possibilità per divenire un faro per l’intero territorio della Provincia».

Un programma quello studiato dalla coalizione e pienamente condiviso dal candidato sindaco che prevede, in sintesi, la costruzione del porto, la valorizzazione del centro storico, una palazzina polivalente per il volontariato locale, la ristrutturazione delle strade e degli edifici, la creazione di aree destinate all’installazione di impianti eco-sostenibili per favorire l’occupazione, la predisposizione di un canile comunale e di una struttura per la sterilizzazione sanitaria, l’attivazione di un centro socio-sanitario assistenziale sito in Via Plauto, la fine dei timori di quanti credono che a pochi passi dalle nostre case o dai nostri campi sorgerà una mega-discarica. Queste le tappe essenziali e necessarie, a detta della coalizione, per un "vero cambiamento".

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 759