02 gennaio 2012 11:28

La surroga è avvenuta durante lo scorso Consiglio Comunale

Sono stati designati durante lo scorso consiglio comunale i consiglieri di minoranza del consiglio di amministrazione dell'ASP Zaccagnino. La querelle era partita questa estate, quando tre componenti si erano dimessi dal CdA.

I consiglieri dell'opposizione si erano astenuti dal votare il nuovo componente di minoranza dichiarando illegittimi gli atti, astenendosi anche dalle votazioni degli altri due componenti dimissionari. Secondo le opposizioni, infatti, il consiglio di amministrazione della Fondazione Zaccagnino doveva ritenersi sciolto, essendosi dimessi 3 membri su 5.

Di fatto, come dichiarato dal vicesindaco Roberto Augello durante l'assise, la Regione Puglia ha inviato al Comune la richiesta al Sindaco di far pervenire copia autentica del provvedimento di designazione del componente di espressione della minoranza, di competenza, appunto, del Consiglio Comunale.

Il gruppo del PD, rappresentato in questo caso dal solo consigliere D'Ambrosio, abbandona l'aula non partecipando quindi alla designazione del nuovo componente.

Con votazione segreta vengono indicati come consiglieri di minoranza Giuseppe De Luca, lo stesso che presentò le dimissioni durante l'estate, con 3 voti e Arcangela Tardio (1 voto). Sarà ora compito del sindaco scegliere il componente del Consiglio di amministrazione dell’ASP Zaccagnino.

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 565