06 gennaio 2012 00:30

"Volete provare a portare il PD all’uno per cento? Bene continuate così"

«Prendiamo atto, con rammarico, che ancora una volta il Partito Democratico di San Nicandro Garganico, dimenticandosi, con la superficialità che lo contraddistingue, del fatto che non più di qualche mese fa il Circolo di SEL si è “immolato” in una battaglia che era - come in effetti poi si è dimostrata - disperata e che, per più di una buona metà, il secondo consigliere che lo rappresenta in Consiglio Comunale occupa la “seggiola” grazie ai voti di SEL, ci attacca con una violenza che nulla ha di politico ma che trasuda solo astio nei confronti dei “vecchi compagni”».

Esordisce così il comunicato stampa diffuso dal circolo locale di Sinistra Ecologia Libertà, in risposta alla nota diffusa dal Partito Democratico sulla questione della nomina di Arcangela Tardio come consigliere di minoranza nel consiglio di amministrazione dell'ASP Zaccagnino.

«Compagni - prosegue il coordinamento - che hanno osato abbandonare, più di cinque anni fa, un partito che faceva le scelte scellerate che hanno portato la sinistra ed il centro sinistra ad essere disperatamente marginale e non più in grado di incidere nel tessuto politico e sociale della nostra città.

Violenza, forse dovuta all’ennesima sconfitta che questi personaggi sono costretti a subire, solo violenza verbale. Ed è amaro pensare ad un PD che non riesca a pensare ad altro che ad un “accordo di potere” e non al fatto che uno, ed uno solo, dei sedici consiglieri comunali si sia rifiutato di pensare all’A.S.P. “Zaccagnino” come ad una cosa “sua” ma ad uno strumento al servizio della collettività sannicandrese.

Perché una cosa è chiara a tutti. La mancanza di indicazione da parte del Partito Democratico è il frutto dello scellerato accordo fatto tra quel partito e l’allora consigliere Giuseppe De Luca per convincerlo a dimettersi. Perché solo chi non conosce i soggetti con i quali si ha a che fare non capisce che le dimissioni di De Luca si concretizzarono solo dopo che il PD gli garantì che, comunque fossero andate le elezioni, non gli sarebbero stati di ostacolo. Ed infatti proprio così è stato.

Solo che è intervenuto l’imprevisto. Arcangela Tardio, non solo persona di comprovata esperienza politica ma anche e soprattutto di spiccata moralità e coerenza è la persona che rappresenta la vera novità politica di questo martoriato paese. Senza tessera di partito, ragazza da sempre impegnata nel sociale, nella “Politica” (con la “p” maiuscola) e nel mondo cattolico, può veramente essere il punto di svolta nella vita dell’ASP “Zaccagnino”.

Certo il PD farebbe bene a spiegare ai cittadini di San Nicandro Garganico l’utilità del danno provocato alla collettività sannicandrese da questa folle e ormai inutile lotta. Perché, e questo proveremo a spiegare ai cittadini nelle prossime settimane, le strumentali dimissioni di Tittino e Peppino avranno un costo. Il costo degli interessi, che dal mese di agosto ad oggi sono raddoppiat e che l’ASP sarà costretta sostenere per il recupero dell’immobile di Corso Garibaldi e questo non sarà - solo un cretino o una persona in malafede lo potrebbe sostenere - colpa del Presidente ma solo di personaggi che, al di sopra del bene comune pongono solo il loro smisurato odio e rancore.

Concludiamo prendendo atto che gli “attila” del centro sinistra non sono ancora sazi. Vogliono completare il lavoro degli ultimi cinque anni. Volete provare, se riuscite, a portare il PD all’uno per cento? Bene continuate così.

Il Circolo di SEL di San Nicandro Garganico nel mentre esprime la sua solidarietà ad Arcangela Tardio ed al Presidente dell’ASP invita il PD a recuperare la ragione ed il Consiglio di Amministrazione dell’ASP a lavorare affinché si dimostri che un altro modo di governare è possibile. Solo così si potrà dimostrare che la sinistra a San Nicandro Garganico non è inevitabilmente destinata alla sconfitta. Nonostante loro».

Ancora una volta l'ex Fondazione Zaccagnino è diventata teatro, per alcuni indecoroso, della politica sannicandrese, con scopi ben più lontani dei fini nobili in cui sperava il fondatore.

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 654