12 aprile 2012 14:19

Il noto cardiologo era tra i promotori della civica per Monte

La notizia, sebbene mai ufficializzata ma neanche smentita, circola ormai da alcuni giorni negli ambienti politici cittadini con sempre più insistenza. Carmine D'Antuono, noto cardiologo sannicandrese e punta di diamante della Lista Civica "Uniti per Sannicandro" si sarebbe dimesso dalla carica di consigliere comunale.

Carmine D'Antuono, fratello di Vincenzo, attuale assessore al Commercio e Attività produttive, fu tra i primi promotori della candidatura di Vincenzo Monte e della lista civica che a lui fa capo, nella quale molti amici dell'attuale sindaco scesero in campo con l'intento di rinnovare la politica locale.

A quanto pare il consigliere da una parte si sarebbe stancato di una situazione all'opposto delle sue aspettative, dall'altra non avrebbe retto all'imminente prova dell'approvazione del bilancio di previsione.

Situazione non facile per la lista civica e per il sindaco Monte quella che si profila: con le dimissioni di D'Antuono entrerebbe Vincenzo Pio Giovanditto, al momento consigliere all'ASP Zaccagnino, che dovrà decidere quale delle due cariche mantenere.

Nel caso in cui Giovanditto restasse alla Zaccagnino, il seggio scatterebbe per l'assessore Rosa Ricciotti, sulla quale, a sua volta, si dovrà decidere se mantenerla in giunta o porre un seggio "fedele" al sindaco in consiglio.

Se la Ricciotti dovesse mantenere la carica di assessore, il posto in consiglio andrebbe a Nicola Corso, a detta di alcuni affine alla linea critica di Nicola Contessa.

Nel secondo caso, infine, Giovanditto potrebbe decidere di entrare in consiglio comunale, liberando di fatto un seggio alla Zaccagnino che consentirebbe al sindaco di allargare il cerchio.

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 1173