22 agosto 2012 16:33

Rinviati gli altri accapi

E' Nazario Fania il nuovo consigliere dell'ASP Vincenzo Zaccagnino, designato dal Consiglio comunale di ieri, 21 agosto, in surroga a Vincenzo Giovanditto, dimissionario per l'entrata in Consiglio comunale.

Un consiglio dai toni spenti, quello di ieri, che ha avuto una boccata di ossigeno nelle numerose interrogazioni presentate dai consiglieri di minoranza sulla situazione sicurezza per la spiaggia di Torre Mileto (Vincenzo Libero, ADC), sul piano di rientro dei debiti e sulla cattiva qualità del segnale del digitale terrestre relativo al mux1 RAI (Costantino Ciavarella, PDL), sulla questione randagismo e convenzione con il comune di Apricena (Mario Giordano, Udeur), sulla raccolta dei rifiuti, la Polizia Municipale, l'emergenza rifiuti nelle periferie della città e a Torre Mileto, l'abbandono del campo sportivo (Mario D'Ambrosio e Costantino Squeo, PD).

Assenti per la maggioranza Loris De Luca e Leonardo Stefania, Antonio Berardi per l'opposizione. Sul punto della ex Fondazione Zaccagnino, tutti i consiglieri di opposizione hanno richiamato il principio del maggior suffragio, cioè chi avesse ottenuto più voti in consiglio sarebbe stato designato dal sindaco nel CdA dell'ASP.

Principio stabilito dallo stesso Consiglio comunale già sotto l'amministrazione Squeo ma poi, come hanno fatto notare Ciavarella e Giordano, disatteso in luogo della nomina di Arcangela Tardio, che ottenne il solo voto di Libero.

Votazione unanime, da parte della attuale maggioranza, per l'avvocato Nazario Fania. Nulla da fare, dunque, per il nome circolato fino a poche ore prima, quello di Antonella De Luca, sorella del consigliere Loris De Luca, sulla cui proposta si era espresso un chiaro out-out di gran parte della maggioranza.

Rinviati gli altri punti per la necessità di "approfondire meglio" come dichiarato dal consigliere Nazario Vocino. E' la seconda volta in oltre tre mesi che i punti sulle aliquote IMU e sulle indennità di carica e di missione vengono rinviati. Su questi ultimi si era sospeso lo scorso consiglio comunale, quando gran parte della maggioranza abbandonò l'aula.

Intanto i termini per l'approvazione del bilancio sono stati prorogati ad ottobre, mentre la situazione in maggioranza non appare certo molto chiara. Prossima tappa sarà la discussione del piano di rientro, inviato dal sindaco alla Corte dei Conti senza una analisi preventiva con le forze politiche, ma con la garanzia che presto si ovvierà ad un atto spedito per tutta fretta, come ha dichiarato il sindaco Monte, per non eccedere i termini di legge.

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 708