02 ottobre 2012 08:32

"Si vuol far ricadere su questa amministrazione le colpe delle amministrazioni precedenti"

La locale Sezione del PdL tiene esposto da giorni un tabellone in cui è scritto che questa Amministrazione Comunale, che ho l'onore e l'onere di guidare da un anno e mezzo, ha avuto un atteggiamento irresponsabile e vessatorio nei confronti della cittadinanza, perché ha deliberato gli aumenti massimi dell'IMU per la prima casa (dal 4 al 6 per mille) e per la seconda casa (dal 7,6 al 10.6 per mille), esponendo al pubblico disprezzo i nomi dei consiglieri che li hanno votati.

Questo non e' far politica e neppure far demagogia per fini elettorali; questa e' disonestà intellettuale.

1. La mia Amministrazione ha ereditato dalle Amministrazioni guidate da Nicandro Marinacci una massa debitoria di oltre 8.000.000 di Euro e i dirigenti del PdL, lo sanno bene perché erano parte attiva e determinante di quelle Amministrazioni;

2.La mia amministrazione ha ereditato dall'Amministrazione guidata da Costantino Squeo altri 4.000.000 di Euro di debiti e anche questi dati sono noti al PdL, perchè i suoi uomini erano rappresentati in Consiglio Comunale;

3. A questi 12.000.000 di Euro vanno aggiunti altri 6.000.000 di Euro di mutui con­tratti da tutte le Amministrazioni succedutesi fino al 2011 e il PdL lo sa bene, poichè per la massima parte, li ha votati In Consiglio Comunale; perciò, al momento del mio insedia­mento, mi sono trovato addosso una massa debitoria di oltre 18.000.000 di Euro di debiti, certificati dalla Ragioneria Comunale e comunicati alla Corte dei Conti;

4. In conseguenza di questo indebitamento, gia' al tempo dell'amministrazione Squeo, il nostro Comune è stato incluso fra quelli "strutturalmente deficitari" e, in base alle leggi recenti emanate dal Governo ha avuto una riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato (circa 800.000 euro), e non avendo potuto rispettare il patto di stabilita' (non per colpa di questa amministrazione), una penale di 250.000 euro con una riduzione complessi­va di oltre 1000.000 di euro.

Tutto questo ha obbligato questa amministrazione ad applicare gli aumenti massimi previsti dalla legge a tutte le imposte, tasse e tariffe comunali, pena il dissesto dell'ente, ossia il fallimento del nostro comune con la venuta di un commissario che non solo porterebbe all'aumento massimo di tutte le tariffe, ma anche alla eliminazione di tutti i servizi che questa amministrazione, malgrado tutte le difficolta' presenti e non create da essa, riesce ancora a dare.

I dirigenti e i rappresentanti del PdL di San Nicandro sanno tutto questo, ma pur di far "politica" addebitano a questa Amministrazione aumenti che sono stati resi necessari per la loro incapacita' politica, per la loro incapacita' di amministrare, per la loro incapacita' di controllo, in assenza di proposte costruttive per risolvere i debiti delle precedenti amministrazioni di cui loro erano parte integrante. A me non piace mettere alla gogna i consiglieri comunali che erano presenti nelle precedenti amministrazioni (Marinacci-Squeo) che hanno portato il nostro Comune a queste condizioni, anche perché se a qualcuno veramente interessa basta andare in Comune e prendere qualsiasi delibera per averne i nomi.

Il primo obiettivo di questa Amministrazione è quello di risanare la debitoria dell'ente e rispettare quest'anno il patto di stabilita', per poter quindi beneficiare, nel 2013, di trasferimenti statali, regionali e comunitari e per assicurare i servizi essenziali alla collettività e per ridurre le tasse comunali.

Le strade sono solo due:

A. Procedere alla vendita di terreni e immobili di proprietà comunale, ed è ciò che si sta facendo e abbiamo fondate speranze che le varie operazioni in corso vadano a buon fine, con ricadute positive anche sulla occupazione giovanile;

B. Condurre una lotta decisa contro l'evasione. Dai dati emersi dalla Ragioneria e dall'Ufficio Tributi, si rileva che oltre il 40% dei contribuenti non ha pagato l'IMU e la Tassa rifiuti solidi urbani. (TARSU).

Ho trovato il Comune sprovvisto di una banca dati, che le Ditte appaltatrici dei vari servizi hanno portato via con sé, insieme a milioni di euro che stiamo cercando di recuperare almeno in parte. La nuova banca dati sarà pronta entro novembre e gli evasori saranno individuati.

Inoltre, grazie all'impiego del SIT (Servizio Integrato Territoriale) saremo in grado di scovare le abitazioni e altri locali non accatastati, che sono molte centinaia. L'obiettivo e' quello di far pagare tutti affinche' tutti possiamo pagare di meno.

Quando il comune avrà rispettato il Patto di Stabilità, cioè quando le entrate comunali avranno eguagliato e superato le spese obbligatorie e ridotta la massa debitoria attuale, e spero che questo avvenga nel più breve tempo possibile, allora sarò ben felice di abbassare le imposte comunali.

Chiudo con un appello a tutti i miei concittadini onesti: collaborate con l'Amministrazione, segnalando i disservizi, ma anche aiutandola a scovare gli evasori. Vi ringrazio.

Comunicato sindaco Vincenzo Monte

Numero di volte letto: 562