23 dicembre 2009 12:03

L'opposizione chiede di abrogare la delibera del 1 aprile

La richiesta di convocazione del Consiglio comunale, con tanto di commenda del Prefetto, è l'ennesimo atto messo in campo dai partiti di minoranza per scongiurare la costruzione dell'impianto di biostabilizzazione.

Nella richiesta, si pone come unico accapo l'abrogazione della delibera di consiglio del 1 aprile scorso, con cui il comune di San Nicandro prendeva atto dello studio di fattibilità e si candidava ad ospitare l'impianto del bacino ATO FG/1.

Il presidente del consiglio Raffaele D'Andrea, ha di fatto convocato il consiglio per il prossimo 29 dicembre, alle ore 17,00, presso l'auditorium di Palazzo Fioritto.

Stando ad indiscrezioni, l'opposizione punterebbe sugli ultimi tentennamenti di numero in seno alla maggioranza, cercando l'occasione per ribaltare la situazione in merito al progetto portato avanti dall'Amministrazione comunale e incassare, qundi, un risultato politico notevole.

Numero di volte letto: 122