12 febbraio 2013 12:45

Solo un quarto nominati con sorteggio

Si è riunita lo scorso 4 febbraio la Commissione elettorale del comune di San Nicandro Garganico, composta dai consiglieri Valentino Altieri (indipendente), Costantino Ciavarella (PDL), Rosario Marrocchella (indipendente) e dal Commissario Francesco Cappetta, per nominare gli 88 scrutatori che dal 23 al 25 febbraio saranno impegnati nei 22 seggi del comune garganico.

Non sono mancate ancora una volta le polemiche, soprattutto da parte del PD che, in deroga alla legge vigente, già un mese fa aveva invocato di far presentare domanda di conferma alla disponibilità a tutti gli inoccupati reali e su di essi fare un sorteggio pubblico, "come fanno tantissimi comuni d'Italia". Proposta accolta di buon grado dal commissario prefettizio che, però, non ha trovato sponda nei tre consiglieri, con il risultato che solo i 22 scrutatori spettanti di nomina al commissario sono stati estratti dal sistema informatico, mentre i restanti 66 sono di indicazione dei tre.

"Ricordate i loro nomi quando verranno a parlarvi di cose buone per San Nicandro", lo sfogo del segretario PD Matteo Vocale sulla sua pagina facebook, riferendosi ad Altieri, Ciavarella e Marrocchella e rivendicando come già nel 2008 il PD optò per l'estrazione in piazza delle quote spettanti ai propri consiglieri, "mentre il resto dei politici di opposizione (l'allora centrodestra, ndr) ci derideva per presunta inconcludenza".

Pronta la replica di Costantino Ciavarella che rivendica "una spinosa questione, che ho affrontato con sofferenza ma soprattutto con serenità di coscienza e che - precisa il consigliere e segretario PDL - è scaturita da un unico requisito, quello di necessità della persona o della famiglia e di preparazione per un compito molto delicato. Io personalmente - aggiunge infine -  ho scelto disoccupati, orfani, vedove o famiglie disagiate. Se quesa modalità di scelta è sbagliata mi rimetto ad una tua proposta».

Gli scrutatori, lo ricordiamo (in allegato la lista per sezione), cominceranno sabato 23 febbraio alle 15. Saranno circa 25 le ore totali impiegate nel seggio fino alla sera del 25 febbraio, per un compenso complessivo intorno alle 150 euro.

Staff sannicandro.org

Allegati