29 giugno 2013 11:50

Nel riconteggio è esclusa la lista San Nicandro 2.0 e rientra Movimento Schittulli

Un colpo di scena che ha giustificato il ritardo della Commissione Elettorale del Tribunale di Rodi Garganico nel proclamare gli eletti del Consiglio Comunale di San Nicandro Garganico. E' quanto emerso ieri, al momento dell'ufficializzazione dei nomi che compongono il Consiglio, quando si è accertato che, nella fase di riconteggio dei voti attribuiti alle liste, per un mero errore materiale la lista Schittulli aveva riportato sui verbali dei seggi un numero di voti minore di quello effettivamente accertato.

Pochi voti ma tanto è bastato per superare la lista San Nicandro 2.0, così da cambiare le carte in tavola: il seggio dunque, secondo il sistema di calcolo D'Hondt, non va attribuito ad Emanuele Pettellino di San Nicandro 2.0 ma a Michele Cursio, primo eletto del Movimento Schittulli.

E' chiaro che anche per la formazione della Giunta, a quasi tre settimane dal voto, le cose potrebbero cambiare, nonostante la situazione non sembri affatto definita. Se prima, infatti, proprio il Movimento Schittulli, benché rimasto fuori, aveva rivendicato una rappresentanza nell'esecutivo per il contributo elettorale apportato, adesso ne avrà maggior diritto, a discapito probabilmente della lista esclusa, San Nicandro 2.0.

In verità, ci sarebbe un assessorato per ogni lista (il comune di San Nicandro prevede 5 assessori), oltre al Presidente del Consiglio. 

Una bella gatta da pelare, dunque, per il neo-sindaco Pierpaolo Gualano, che si allontana sempre più dai tredici giorni occorsi al predecessore Vincenzo Monte per nominare la giunta. Che sarà il prossimo passo, propedeutico alla convocazione del primo Consiglio comunale, occasione per conoscere anche gli eventuali subentrati in seguito alle nomine assessorili.

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 1586