30 gennaio 2010 15:22

Potrebbe avere il coordinamento regionale del partito di Mastella

Alla vigilia della campagna elettorale per le regionali in Puglia, l'ambiente politico, che già si era preannunciato pieno di sorprese, non lesina fino all'ultimo ulteriori colpi di scena.

Quella che all'inizio era solo una diceria, acquista sempre più i contorni dell'ufficialità: secondo indiscrezioni, infatti, Nino Marinacci, ex sindaco di San Nicandro Garganico, ex deputato e attuale consigliere provinciale nel partito foggiano di Casini, sarebbe passato all'UDEUR.

Marinacci, lo ricordiamo, vide deteriorarsi i suoi rapporti con l'UDC circa un anno fa, quando cominciò ad accusare lo scudo crociato di fare un "doppio gioco" che lo portava più verso sinistra.

La querelle, in cui Marinacci trovò un valido appoggio nell'ex sindaco foggiano Paolo Agostinacchio de La Destra, si concluse con l'espulsione dal partito, mentre tuttora"l'onorevole" sannicandrese, dopo aver più volte messo a repentaglio la stabilità del governo provinciale foggiano, ritiene di "aver spedito indietro la tessera a Casini".

E mentre tutto sembrava tacere, con il rischio di restare decisamente fuori dai giochi per le regionali, ecco che arriva una lettera - sempre secondo indiscrezioni dell'ultim'ora - da Clemente Mastella in persona, che gli chiede "in un momento politico importante come questo", di offrire il suo contributo alla lista assumendo il ruolo di coordinatore regionale.

Dall'altra parte, Adriana Poli Bortone attende di sapere proprio la scelta dell'UDEUR in Puglia per chiudere il gioco delle alleanze.

E il gioco si fa duro, soprattutto quando il grande alleato della Poli, l'UDC, ha deciso da poco di liberarsi di Marinacci.

Nei prossimi giorni il quadro generale assumerà molta più chiarezza. Nel frattempo Marinacci, che si è sempre definito come paladino del popolo contro i "zompafossi", che lui etichettava come borderlines, ha ottenuto una nuova piattaforma per ripartire in un nuovo viaggio politico e far vedere da subito se ancora conta qualcosa.

Numero di volte letto: 652