15 aprile 2010 14:12

Convocato il Consiglio comunale per liquidare la società

E' stato convocato per il 16 aprile, in prima convocazione, e per il 17 aprile in seconda, presso l'auditorium di Palazzo Fioritto, alle ore 18,00, il Consiglio comunale con un importante punto all'ordine del giorno: la messa in liquidazione della società "San Nicandro Tributi S.p.A.".

La società, lo ricordiamo, fu il frutto della convenzione tra il comune di San Nicandro Garganico e la ex S. Giorgio S.p.A (oggi "Tributi Italia"), per cui quest'ultima veniva individuata come gestore delle entrate tributarie minori (ICI, TARSU e TOSAP).

Con l'inizio dell'Amministrazione Squeo, si reputò di avviare una serie di provvedimenti avverso la stessa società che, a dire dei nuovi amministratori, operava in modo non chiaro, con enormi ritardi sulle corresponsioni al Comune, percentuali troppo alte e vessazioni ai cittadini.

Di fatto, il comune di San Nicandro fu tra i primi, in Italia, a rescindere dal contratto adottando vie legali e riscuotendo direttamente le entrate tributarie.

Successivamente la S. Giorgio, divenuta "Tributi Italia" con la fusione con altre società equiparate, va incontro a provvedimenti fallimentari che la coinvolgono tuttora, con la cancellazione dall'albo nazionale dei riscossori ed enormi disagi al personale che, nei casi migliori, permane in cassintegrazione.

Numero di volte letto: 357