06 dicembre 2017 09:59 Attualità di Redazione

L'Asp Zaccagnino ha stipulato il contratto con la coop. Matrix, vincitrice del bando

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa a firma del presidente dell'ASP Zaccagnino, avv. Patrizia Lusi, in merito alla stipula del contratto di concessione della Comunità alloggio per minori disagiati "don Tonino Bello" di proprietà della suddetta ASP.

Oggi (ieri n.d.r.), 5 Dicembre 2017, alle ore 11.00, presso la sede della ASP Zaccagnino in località San Nazario, è stato sottoscritto il contratto rep n.1248 che affida in concessione al consorzio Matrix, coop. sociale di Gragnano (Na), la gestione della Comunità Alloggio per minori disagiati, intitolata a “don Tonino Bello” di proprietà di questa ASP. Con il contratto oggi stipulato la gestione della comunità passa alla Domi Group soc. coop. soc. a r.l., di Bacoli (Na), ditta consorziata che la Matrix in sede di gara ha designato quale esecutrice dei servizi.

La stipula del contratto conclude il lungo iter procedurale della Gara n.60/2016, espletata ed aggiudicata dalla Stazione Unica Appaltante della Provincia di Foggia: l’avvio della concessione, tuttavia, è già avvenuto il 19 giugno scorso, con l’affidamento “sotto riserva” ed il passaggio dalla precedente appaltatrice, cooperativa San Giovanni di Dio di Foggia, all’attuale concessionario, garantendo la continuità dei servizi e senza disagi per gli utenti ospiti, con il mantenimento dei livelli occupazionali precedenti.

La durata del contratto è di tre anni, decorrenti dalla data di avvio della concessione (avvenuta, come già detto, il 19.06.2017), e quindi terminerà il 18 giugno 2020; è tuttavia prevista la facoltà di proseguire per un ulteriore periodo di mesi sei, alle medesime condizioni, ai sensi del Codice dei contratti pubblici (art.106, comma 11, D.Lgs. 50/2016).

Il passaggio delle modalità di gestione della Comunità da “appalto dei servizi” a “concessione della struttura”, da un lato consentirà di potenziare e migliorare le attività della comunità secondo l’offerta tecnica migliorativa presentata in sede di gara, a esclusivo vantaggio dei minori ospiti, dall’altro permette alla ASP di recuperare significative risorse derivanti dal pagamento del canone annuo di €.19.800,00 dovuto per l’uso della struttura.

Le attività rese dal concessionario saranno monitorate dalla ASP in base al contratto firmato in data odierna ed a tutti i documenti a cui si fa rimando (capitolato d’oneri, offerta tecnica, carta dei servizi, regolamento regionale, etc.), e verificate dai vari organi esterni (servizi sociali comunali, Regione, Tribunale dei Minori) per le competenze a ciascuno assegnate dalle vigenti disposizioni.

 

San Nazario, 5 dicembre 2017 La Presidente

avv. Patrizia C. Lusi

Numero di volte letto: 562