07 febbraio 2018 10:25 Cronaca

L’autore del gesto è indagato a piede libero

Nel tardo pomeriggio di domenica scorsa, i carabinieri di San Nicandro Garganico sono intervenuti presso un’abitazione dove, poco prima, c’era stata una lite in famiglia, al termine della quale un giovane del luogo, uscito di casa, se l’era poi presa con l’auto del fratello, una Opel Corsa, sfondandole con un bastone un finestrino e uno specchietto retrovisore.

Ricevuta la segnalazione da parte del proprietario dell’auto danneggiata, i militari hanno rintracciato poco dopo il responsabile che, nell’ammettere il gesto, ha aggiunto di aver riservato lo stesso trattamento anche alla Mercedes di proprietà del sindaco del centro garganico Pierpaolo Gualano, colpevole, a suo dire, di non avergli concesso un aiuto economico, per il quale, peraltro, non aveva mai formalizzato alcuna richiesta.

Verificato quanto era appena stato loro dichiarato, i carabinieri hanno quindi avvisato il sindaco del danno subito, e hanno quindi proceduto alla denuncia a piede libero del ventenne. Il danneggiamento, particolare non secondario, è comunque risultato in tutto simile ad un altro precedentemente subito dallo stesso sindaco. Starà ora alla Magistratura appurare le motivazioni del danno, e anche le condizioni del giovane.

fonte: immediato.net

Numero di volte letto: 2795