10 novembre 2017 11:02 Politica di Comunicato stampa

Marinacci: "regole basilari per inizio dialogo con chiunque"

A proposito di politica locale, le chiacchiere sono come le ciliegie. La politica seria è un'altra cosa, e noi del CDU lo abbiamo dimostrato nel tempo!

Sia chiaro a tutti che noi del C.D.U. ed altri partiti e movimenti politici locali a noi collegati (non a chiacchiere da bar, mormorii vari e da spigoli di piazza) e sono tanti, non abbiamo scelto ancora, nessun candidato sindaco, almeno fino ad ora!

La politica locale ha bisogno prima di tutto di regole serie. Perché da quando sono saltate le regole e i partiti, sono aumentati i zompafossi senza scrupoli, interessati solo a personalismi esasperati alla faccia della gente e del paese che stanno uccidendo giornalmente!

Noi del C.D.U. locale siamo aperti al dialogo con tutti coloro i quali hanno a cuore le sorti di questo che è, ormai, un paese in agonia per cercare di risollevarlo! Sia chiaro a tutti che il candidato sindaco è solo l'ultima delle nostre preoccupazioni e nessuno è stato investito, fino ad ora, da nessuno!! È legittimo che ognuno aspiri a qualsiasi carica ed autocandidarsi, ma è un fatto soggettivo. Per essere, ancora più chiari ed eventuali nostri alleati bisogna rispettare alcune regole basilari che segnano quel ritorno alla politica seria che pensi di nuovo alla gente e sia fatta oggetto di una moralizzazione di cui se ne sente l'esigenza: regole basilari per inizio dialogo con chiunque e qualunque partito e movimenti locali.

  1. firmare il documento contro i trasformismi e zompafossi (vale a dire, in parole povere, il vincolo di mandato) che noi abbiamo dato a tutti i partiti locali sin dal dicembre 2015 e, fino ad ora, nessuno ha accettato concretamente.
  2. Programmi seri e fattibili a breve, medio e lungo termine;
  3. A livello locale, questa volta e fino ad ora, non abbiamo preso impegni con nessuno! Questa volta le ammucchiate, finto omogenee, per fregare ancora la fiducia ai cittadini mortificati e sfiduciati non ci interessano;
  4. Il candidato sindaco va scelto tutti insieme con delle regole, ma a coalizione consolidata e con programmi certi di sviluppo socio-economico e culturale e anche ideologica. Basta con le chiacchiere e le imposizioni che subimmo nel 2013, da parte di tanti eventuali nostri co-partners attuali. altrimenti, anche noi del CDU abbiamo già il nostro candidato sindaco. Aperti al dialogo locale con tutti i partiti, e dico tutti, su basi programmatiche e non ideologiche.

Per chiudere: "chiacchiere e giurnal e tabacchiere e legno o banc e napul nun s' impoegna!".

Perché'? Questa volta, S. Nicandro e la sua gente prima di tutto!

Con la stima di sempre. On. Nino Marinacci

Numero di volte letto: 926