21 gennaio 2018 16:59 Sociale di Redazione

Il presidente: “una figura importante per tutti i disabili”

 

Con la ratifica della convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilita’ da parte del nostro Paese si impone un cambiamento nella cultura verso le tematiche della disabilita’.

La stessa convenzione ONU fornisce una definizione della disabilita’,”persone con minorazioni fisiche,mentali,intellettuali o sensoriali”,le quali in presenza di varie barriere,possono subire un impedimento per la loro piena ed effettiva partecipazione nella societa’su una base di uguaglianza con gli altri.

Essa ha lo scopo di promuovere,proteggere ed assicurare il pieno ed uguale godimento di tutti i diritti umani e di tutte le liberta’fondamentali delle persone con disabilita’.

Il Trattato prevede una nuova base culturale oltre a precisi impegni di natura politica economica ed organizzativa.

In sostanza la Convenzione prevede il superamento del vecchio modello medico ed assistenziale che considera la disabilita’ come malattia ed identifica la patologia con la persona,a favore di un approccio basato sui diritti umani , che valorizza tutte le diversita’e sottolinea che la condizione di disabilita’ non deriva dalle qualita’ soggettive della persona ma dal modo con cui la societa’risponde ad essa discriminandola in tutti gli ambiti della vita e violando i suoi diritti umani.

E’ necessario cogliere e valorizzare la sfida ad una nuova politica sulla disabilita’ basata sui diritti umani e sull’uguaglianza con il rispetto verso la dignita’ umana.

Il bisogno di curare l’ambiente sociale e capire le modalita’ delle problematiche esistenti e’ insito nella qualita’ del processo comunicativo che deve necessariamente sfociare in risposte a quelle che sono le aspettative individuali e sociali di un’intera comunita’.

Curare le persone significa curare il territorio e curare la nostra cultura.

Con queste premesse, l’associazione per disabili ed anziani “NOI COME VOI” propone all’attuale Amministrazione Comunale, che ha dato dimostrazione di sensibilita’ peraltro senza precedenti verso le problematiche sociali ed in particolare quelle della disabilita’,di istituire un UFFICIO DEL GARANTE DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA’.

Bisogna sottolineare il carattere autonomo ed indipendente della nuova figura,politicamente imparziale inoltre l’incarico di responsabile dell’ufficio deve essere gratuito.

 

Nel breve termine si pone come obiettivo,sviluppare e diffondere la conoscenza delle fondamentali norme a tutela dei diritti dei disabili,contribuendo alla crescita culturale e sociale della collettivita’.

Cercando di far raggiungere al maggior numero possibile di persone una qualita’ di vita dignitosa in un sistema relazionale soddisfacente.

La figura del responsabile deve essere individuata dall’Amministrazione in base a conoscenze del settore disabilita’ e delle problematiche connesse.

Per agevolare il compito istituzionale dell’Amministrazione pro tempore,l’Associazione per disabili ed anziani “NOI COME VOI” con spirito di collaborazione fattiva e’ in grado di fornire delle linee guida studiate ad hoc in base alle normative vigenti , con la redazione di un regolamento che verra’ sottoposto all’attenzione dell’Amministrazione per l’eventuale approvazione.

 

L’istituzione di un ufficio dedicato ad una categoria “meno fortunata”, sarebbe un’ulteriore prova del grado di civilta’raggiunto nella nostra comunita’.

 

 

 

CORDIALITA’

IL PRESIDENTE

LAURA NARDELLA

Numero di volte letto: 167