Raccoglievano funghi senza tesserino in pieno Parco del Gargano.

Sequestrati 36 chili di funghi chiodini della specie Armillarea Mellea

San Nicandro Garganico – Raccoglievano funghi in pieno Parco del Gargano sprovvisti di tesserino regionale, con raccogglitori di plastica non forati, ai danni di commercianti, e in violazione delle leggi a tutela della salute pubblica.

Si tratta di due salernitani sprovvisti del corso di conoscitore previsto per l’acquisizione del patentino fermati, nel corso dell’Attività di Polizia amministrativa dal Corpo forestale di Stato della “Stazione di San Nicandro garganico Bis” in località “Dosso di Mezzo”.

Ammonta a quasi 1000 euro la sanzione elevata a carico di entrambi gli uomini per aver raccolto abusivamente oltre 36 chili di funghi chiodini della specie Armillarea Mellea. 25 euro per ogni chilo è il massimo previsto per violazioni di questo genere, quando oltre alla mancanza di abilitazione si viola la quota giornaliera massima di raccolta consentita (3 kg/d) prevista anche in forma di tutela degli ecosistemi naturalistici protetti.

Al fermo, e sequestro amministrativo è seguita la consegna del quantitativo all’Asl competente per gli accertamenti di rito, e conseguente la distruzione.

A cura di Ines Macchiarola – inesmacchiarola1977@gmail.com

Menu