18 gennaio 2015 09:36 Tradizioni di Antonio Monte

Prepararsi da subito ad arricchire la manifestazione che si svolge il 17 Gennaio in onore a Sant’Antonio Abate per il 2016, l’anno prossimo.

Le iniziative costanti durante tutto l’arco dell’anno, attraverso il folklore, le manifestazioni sportive, culturali e gastronomiche richiamano l’attenzione del turismo nazionale e di quello estero.

Il luogo lo consente così come è posto il nostro paese designato dalle cinta del castello e ricco di sentieri adatti per realizzare manifestazioni di: ciclocross, motocross, podismo, ciclismo, parapendio, ecc...

La località acquisterebbe più prestigio, più pubblicità e più economia. I vantaggi andrebbero estesi ai bar, ai negozi e ai ristoranti, in sintesi più lavoro per la popolazione.

Per attuare il programma è necessario che tutti (l’Amministrazione comunale, i rappresentanti religiosi, le forze dell’ordine e i componenti del volontariato) offrano il meglio delle prestazioni e diano la massima disponibilità così come avviene per le sagre estive.

Arricchiamo la manifestazione già esistente con altre particolarità:

  • Fiera nazionale degli animali
  • Padiglioni gastronomici locali
  • Mostra di attrezzature agricole antiche
  • Falò enorme, acceso tutta la notte
  • Benedizione animali davanti la chiesa (con la fiera maggior presenze di animali)
  • Processione con abiti d’epoca
  • Lotteria del maialino (indovinare il suo peso)
  • Danze popolari di gruppo
  • Concorso di maschere

E’ necessario organizzarsi da subito per individuare: lo spazio, il parcheggio, i permessi, i sanitari igienici; per pubblicizzare l’evento penserei a informare tutte le redazioni del Gargano e della provincia tramite un mio articolo.

Numero di volte letto: 451