23 dicembre 2012 17:37

"Il mancato avvio provoca inevitabili disfunzioni e gravi ripercussioni sulla didattica"

Riceviamo e pubblichiamo una petizione che i genitori degli alunni della scuola dell'infanzia e primaria stanno inviando al commissario prefettizio Franceco Cappetta. La raccolta firma riguarda l'avvio del servizio di mensa scolastica per l'anno 2012/2013 che di fatto non è mai stato avviato.

«I genitori degli alunni della scuola dell'infanzia e primaria della Direzione Didattica di San Nicandro Garganico lanciano con la presente petizione pubblica, un appello e una richiesta affinchè da subito e, senza ulteriori indugi, lei - riferito al commissario Francesco Cappetta - titolare dei poteri che la legge gli assegna, affidi il servizio di ristorazione scolastica a operatori del settore consentendo, in questo modo, agli alunni interessati, di usufruire pienamente il modulo del tempo pieno delle 40 ore di lezioni settimanali.

Il mancato avvio del servizio, come le è ben chiaro, provoca inevitabili disfunzioni e gravi ripercussioni sul piano della didattica e del normale svolgimento delle attività scolastiche.

La delegazione della Direzione Didattica che lei ha ricevuto il 7 dicembre scorso le ha garantito la massima collaborazione anche in termini di partecipazione al costo del servizio, soprattutto in riferimento alla condizione di dissesto economico-finanziario che l'ente Comune attraversa, ma, nonostante la sua dichiarazione di volontà ad approfondire il problema e ad assicurarci una risposta in tempi brevi, a tutt'oggi nessuna risposta ci è pervenuta.

Esprimiamo, perciò, tutta la nostra preoccupazione e tutto il nostro rammarico ma anche il nostro impegno al fine di impedire una ulteriore dilazione dei tempi necessari a far partire il servizio mensa. Vogliano queste firme indurla ad assumere nelle prossime ore tutti i provvedimenti amministrativi idonei a far partire il servizio di ristorazione agli alunni di questa città».

Staff sannicandro.org

Numero di volte letto: 452