24 novembre 2009 20:48

Riguardano il piano casa e l'aggiornamento delle convenzioni nelle zone artigianali

Nuova seduta del Consiglio comunale, ieri sera, in cui si è deliberato, all'unanimità dei voti, su due importanti accapi: il "Piano casa" e la modifica delle convenzioni nelle zone artigianali.

Per il primo punto, è stata discussa ed approvata la L.R. N. 14 del 30 luglio 2009, finalizzata al rilancio dell’economia locale mediante il sostegno dell’attività edilizia e tesa al miglioramento della qualità architettonica, energetica ed ambientale del patrimonio edilizio esistente. Con essa, si fornisce in concreto la possibilità di rinnovare il patrimonio edilizio, in coerenza però con le norme di tutela del patrimonio ambientale, culturale e paesaggistico della Regione Puglia, nel rispetto e fatte salve le indicazioni di salvaguardia in vigore dell’Ente Parco, nonché quelle relative alla difesa del suolo, della prevenzione del rischio sismico ed accessibilità degli edifici.

Il tutto nell’ambito delle finalità e delle previsioni del redigendo PUG. “Si tratta di un provvedimento molto importante – chiarisce l’assessore all’urbanistica Salvatore Donnanno - che potrebbe avere una ricaduta positiva in termini occupazionali per un comparto, quello edile, in grande difficoltà”.

Il secondo accapo, invece, ha riguardato la revisione e l'aggiornamento degli schemi di convenzione relativi alle insule Di/2, Di/4 e Di/5, in ottemperanza alle modificazione intervenute del D.Lgs. 163/2006.
Una deliberazione attesa da molto tempo, in quanto in queste zone sono state approvate ed adottate numerose convenzioni (di cui molte anche scadute), per cui si è reso improrogabile l’aggiornamento di legge, oltre a definire nuovi schemi di convenzione, adeguati ed aggiornati anch’essi alla mutata normativa in vigore.

Lo schema di convenzione aggiornato prevede, tra l’altro, la possibilità di procedere per “stralci funzionali”, dando modo al singolo lottizzante di poter dar inizio ed attuazione anche ai singoli interventi.

M. Vocale

Numero di volte letto: 78