12 novembre 2010 12:01

Candidato per la quarta volta, ritiene che Squeo abbia "chiuso il paese"

Prendere la campagna elettorale con lo spirito del vincitore aiuta. Nino Marinacci si candida a sindaco di S. Nicandro per la quarta volta, quindi è probabile che sia l'esperienza a fargli fare la battuta: "Terzo polo? No, terzo pollo!".

Deputato nel Cdu-Ccd nel 1996, vice e poi presidente del Parco del Gargano nel 2003 e nel 2004, candidato al Senato nel 2008 con l'Udc - traguardo non raggiunto per 180 voti, - consigliere provinciale ora nei Popolari per il sud ex Udeur, guarda con distacco il resto dei candidati che carburano per la fascia da sindaco.

Di Squeo dice che "ha chiuso un paese intero", e si riferisce al mattatoio, al museo, alle "opere iniziate e finite subito in contenzioso". Snocciola numeri, quelli dei comizi ed esorta a verificarli: "Chiami la polizia, o Paolo Mongiello (capogruppo Pdl in Provincia, ndr) che c'erano". Alle sue 2000 persone, contrappone quelle sopraggiunte per Sel, piazza attigua, "solo 80".

Fonte: Paola Lucino per quotidianodifoggia.it

Numero di volte letto: 638