16 febbraio 2018 19:31 Attualità di Redazione

La presidente dell' Asp Zaccagnino: "Il nostro pensiero va soprattutto ai minori coinvolti"

L’ennesimo caso di omicidio di una donna della nostra comunità, ci provoca stupore e sgomento. Continuiamo a stupirci su come si possa immaginare di fare del male in modo violento e premeditato alla propria compagna, alla madre dei propri figli. Condividiamo l’opinione di chi non classifica questo gesto come la manifestazione di un «impeto di rabbia improvvisa». Non possiamo continuare a considerare questi episodi come sporadici all’interno di una quotidianità fatta invece da relazioni stabili e serene. C’è una questione culturale di fondo che serpeggia nella società e induce a considerare le donne, e il loro corpo, una proprietà esclusiva di cui ci si può disfare nella maniera più truce.

Il nostro pensiero va soprattutto ai minori coinvolti, loro malgrado, in un’esperienza che condizionerà tutta la loro esistenza. Questa ASP, che ha come principale finalità l’assistenza ai minori e conduce la comunità «don Tonino Bello» che ne ospita fino a dodici, offre la massima disponibilità a partecipare alle iniziative a favore dei piccoli, vittime anche loro di questa inaccettabile violenza, che sono figli della nostra terra e che sentiamo, per questo, anche un pò nostri.

 

LA PRESIDENTE

Avv. Patrizia LUSI

Numero di volte letto: 746