16 dicembre 2018 10:46 Cronaca di Matteo Vocale

Mezzi spargisale in azione da ieri, nessun disagio ma ancora molti non usano dispositivi invernali

E' arrivata la prima neve sul Gargano. Gìà nei giorni scorsi la fase di maltempo che ha causato grandinate in molte zone del centro-sud Italia, aveva imbiancato le cime più alte del Promontorio. Dalla serata di ieri e per tutta la notte scorsa, invece, una considerevole coltre bianca ha ricoperto tutte le zone collinari a partire dai 600 m di altitudine, mentre nelle aree interne e sulle cime più alte, tra i 900-1000 m, si sono superati anche i 20 cm.

Da ieri sera i mezzi spargisale della Provincia di Foggia sono a lavoro su tutte le arterie di competenza interessate da nevicate. La SP 48 è imbiancata dal km 10 circa fin verso San Marco in Lamis e le uniche criticità si rilevano tra i km 5 e 6, dove la temperatura tra 0 e -1°C favorisce la formazione di ghiaccio: la strada è percorribile comunque con attenzione e gomme invernali. Un'auto è rimasta bloccata nello stesso tratto, per cause a quanto pare imputabili alla mancanza di dispositivi invernali: sono intervenuti i volontari dell'AVERS - Protezione Civile di San Nicandro Garganico. Tutte le altre strade risultano percorribili e sono previsti ulteriori interventi di prevenzione da parte dei mezzi di Provincia e ANAS. Si raccomanda pertanto l'uso di gomme invernali o la dotazione di catene, obbligatorie per legge durante tutto il periodo invernale.

Nei prossimi giorni le temperature aumenteranno lievemente e per tutta la settimana resteranno nelle medie del periodo, con venti da Nordovest e piogge a carattere intermittente, specie nelle giornate di martedì e giovedì. La neve lascerà il posto alla pioggia anche sulle cime più alte del Gargano.

Per Natale, invece, i modelli prevedono un ritorno delle correnti meridionali, con aumento delle temperature e tempo prevalentemente bello. Ma meglio attendere le conferme dei prossimi giorni.

Numero di volte letto: 1491