25 giugno 2019 14:56 Cronaca di Redazione

Il delitto è stato compiuto la notte di venerdì 21 giugno

 Nell’orario di chiusura di una pizzeria di San Nicandro Garganico consuma una rapina a mano armata. Poco dopo i carabinieri lo rintracciano ancora con la pistola con la matricola abrasa e lo arrestano.

E’ successo lo scorso venerdì, nel centro garganico, dove i militari della locale Stazione Carabinieri, unitamente a quelli del Nucleo Cinofili di Modugno, hanno tratto in arresto per rapina e porto di arma clandestina Nazario Gallo, classe '93, inoccupato del posto, già conosciuto alle forze di polizia.

Gallo, verso le 04.30 circa, era entrato in un locale del posto, ormai chiuso, e, dopo aver richiesto una consumazione al titolare, impegnato nelle pulizie, al suo rifiuto aveva estratto una pistola, minacciandolo, per poi sottrargli 20 euro prima di fuggire a bordo di un'autovettura.

La collaborazione dell’esercente, la visione delle immagini registrate dalle telecamere di videosoriveglianza, le testimonianze di alcune persone presenti e la conoscenza del territorio hanno quindi permesso ai Carabinieri, immediatamente allertati, di intuire di chi potesse trattarsi, ponendosi subito alla sua ricerca. Poco dopo, infatti, il rapinatore è stato rintracciato  presso la propria abitazione, con ancora a portata di mano il revolver smith &wesson, cal. 38 special, con matricola abrasa e con 2 cartucce nel tamburo,  utilizzato per la rapina. 

L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato infine tradotto presso la casa circondariale Foggia. L'arma, sequestrata, è intanto stata inviata al RIS di Roma, sia per far emergere il numero di matricola cancellato, che per accertare il suo eventuale impiego in altre azioni delittuose.

Fonte: foggiatoday

Numero di volte letto: 3892