Il fiume in piena del cordoglio per la morte di Ciavarella

Decine e decine i messaggi sui manifesti affissi, nei comunicati stampa e sul web

“La notizia della morte per Covid del Sindaco di San Nicandro Garganico Costantino Ciavarella mi addolora tantissimo. Ci lascia un medico, un sindaco, una persona buona, generosa che si è dedicata ai suoi pazienti e ai cittadini con la stessa bontà. Un amministratore attento ai bisogni delle persone che ha servito con intelligenza, generosità e lealtà, dimostrando un forte radicamento al territorio ed un profondo amore per la sua gente. Vorrei dedicare a lui questa giornata, vorrei dedicarla a tutti coloro che stanno combattendo questa malattia e ai loro familiari, vorrei dedicarla a tutti gli operatori sanitari che sono al lavoro da mesi e mesi. Alla famiglia di Costantino Ciavarella e all’intera comunità di San Nicandro giunga la vicinanza mia  personale e dell’intera Giunta Regionale”. Sono queste le parole di cordoglio del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che nel pomeriggio potrebbe raggiungere San Nicandro Garganico dopo l'inaugurazione del nuovo padiglione della Fiera del Levante.

“È con profonda commozione che ho appreso questa mattina della scomparsa del sindaco di San Nicandro Garganico, Costantino Ciavarella. È una perdita grave per tutti, per gli amici, per il mondo politico, per la famiglia, per tutti quelli che gli hanno voluto bene. Ci dicevamo sempre che eravamo troppo buoni per stare in politica, lui era sicuramente una persona buona che amava la sua città e interpretava la politica come servizio, allo stesso modo in cui per anni ha fatto il medico. San Nicandro Garganico perde una persona perbene, certamente di grande onestà. Mi stringo attorno alla famiglia e pongo le più sentite condoglianze. Commenta così la scomparsa del primo cittadino di San Nicandro Garganico la deputata del Movimento 5 stelle Marialuisa Faro.

"Il Direttivo e i Soci tutti della L.A.F. (Libera Associazione Forense di San Nicandro Garganico) restano attoniti di fronte alla così grave perdita che ha inopinatamente colpito la nostra Comunità prematuramente privata del nostro Sindaco Costantino Ciavarella. Nel ricordare l'uomo, mite e perbene, il professionista, serio e scrupoloso e più di tutto la persona sempre disponibile ed aperta al dialogo, esprimiamo tutta la nostra gratitudine per quanto fatto dal compianto Costantino Ciavarella per la nostra città ed anche in questo breve volgere di tempo per l'Avvocatura Sannicandrese sposandone immediatamente alcuni ambiziosi progetti. Giunga forte ai Familiari tutti e alla Comunità il nostro più vivo cordoglio e dolore per la prematura perdita del nostro Sindaco ed amico Costantino Ciavarella".

“A nome della città di Vieste esprimo vicinanza alla comunità di San Nicandro Garganico e alla sua famiglia per la grave perdita del Sindaco Costantino Ciavarella. Il virus ha portato via una persona per bene, un collega stimato da tutti i sindaci del Gargano”. Così il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti.

“La nostra consolazione – scrive il presidente dell’Asp Zaccagnino Patrizia Lusi – è che le persone per bene hanno un posto privilegiato nella schiera degli angeli. A noi resta il piacere e l’onore di averlo conosciuto e di aver collaborato nell’interesse esclusivo della popolazione. Riposi in pace. Vicinanza e condoglianze vivissime alla famiglia”.

Raffaele Piemontese, vicepresidente della Regione Puglia, da facebook scrive: “Circa un anno fa, nel giorno in cui arrivavano notizie di un contagiato pugliese da COVID-19, avevo l’onore di completare un lavoro svolto insieme a Costantino Ciavarella e alla comunità di San Nicandro Garganico da lui guidata, per la valorizzazione del castello normanno-aragonese. Stanotte la pandemia si è portata via una brava persona. Sono vicino alla famiglia e a tutti i sannicandresi”.

"Una brava persona, una grande persona, una buona persona ci ha lasciati, stava guidando il suo paese in questo momento così difficile. Costantino lottava su due fronti, il suo lavoro da medico e il suo impegno politico", scrive il sindaco di Cagnano Varano, Michele Di Pumpo. "Abbiamo condiviso insieme un percorso politico e tanti momenti. Ti ricorderò sempre".

"È con profonda tristezza che ho appreso la notizia della scomparsa del sindaco di San Nicandro Garganico, Costantino Ciavatella, portato via dall’affetto dei suoi cari e della sua comunità dal Covid-19", scrive Nicola Gatta, sindaco di Candela e presidente della Provincia di Foggia, che continua: "Oggi salutiamo una bella persona con la quale, in occasione della riapertura della strada San Nicandro Garganico - San Marco in Lamis, lo scorso ottobre, ho avuto modo di confrontarmi su temi importanti per la crescita dei nostri territori. Il mio pensiero e il mio cordoglio vanno alla sua famiglia e all’intera comunità di San Nicandro Garganico".

"Ho appena appreso della morte di Costantino Ciavarella, sindaco di San Nicandro Garganico. L'ennesima vittima di questo dannato virus. Sono costernato. Letteralmente, senza parole",  il commento di Michele Bisceglia, sindaco di Mattinata.“

"A nome mio personale e dell'intera comunità apricenese esprimo vicinanza alla nostra 'sorella vicina' San Nicandro Garganico, per la perdita del caro sindaco Costantino Ciavarella. Questo maledetto virus - scrive Antonio Potenza, sindaco di Apricena - ha portato via una persona perbene, un medico esemplare, sempre disponibile verso chi aveva bisogno. Provo tristezza infinita e prego il Signore ogni giorno affinchè passi il prima possibile questo momentaccio".

"La città di Ascoli Satriano esprime il proprio cordoglio per la prematura dipartita del sindaco di San Nicandro Garganico, Costantino Ciavarella. "Persona perbene e cordiale che ha affrontato questa situazione emergenziale senza rispiarmarsi sia come medico che come primo cittadino della sua città, contraendo il Covid 19". L'ho conosciuto personalmente in Prefettura in occasione della prima ondata di questa terribile pandemia", ricorda Vincenzo Sarcone, sindaco di Ascoli Satriano.

“Sono stato svegliato da una notizia bruttissima – scrive il sindaco di San Giovanni RotondoMichele Crisetti -, una di quelle che non vorresti ricevere mai. È venuto a mancare un caro collega, persona buona e perbene, Costantino Ciavarella, medico e sindaco di San Nicandro Garganico. Dopo aver lottato duramente, ha perso la sua battaglia contro il Covid. A nome di tutta la comunità di San Giovanni Rotondo, esprimo vicinanza alla famiglia e alla città di San Nicandro su cui, sono certo, Costantino continuerà a vegliare”.

Il sindaco di Vico del GarganoMichele Sementino: “Un ottimo sindaco, un medico bravo e scrupoloso fino alla fine. Costantino Ciavarella, primo cittadino di San Nicandro Garganico era una persona che suscitava rispetto e si faceva apprezzare e voler bene. Si era ammalato di Covid-19 visitando un paziente. Dopo tanti giorni di ricovero in ospedale, non ce l’ha fatta e ci ha lasciati. Per la sua città, per i suoi pazienti e per la più vasta comunità del Gargano e della Capitanata si tratta di una perdida molto dolorosa e pesante. Perdiamo un amministratore appassionato e competente. Perdiamo una persona profondamente umana e perbene. Ho avuto il piacere di collaborare con lui in più di un ambito, sempre con la comune visione di uno sviluppo dell’area garganica necessariamente ancorato alla valorizzazione dell’immenso patrimonio naturalistico e culturale del nostro territorio. Esprimo le mie condoglianze e il sincero cordoglio della Comunità Vichese ai suoi familiari e alla cittadinanza di San Nicandro Garganico. Addio Costantino”.

“Oggi l’intera comunità garganica è in lutto – scrive il sindaco di Monte Sant'AngeloPierpaolo D’Arienzo -. Il mio cordoglio e quello dell’intera comunità di Monte Sant’Angelo giunga alla famiglia del compianto e stimato sindaco Costantino Ciavarella, all’amministrazione e a tutta la comunità di San Nicandro Garganico che oggi ha perso una guida e una persona di grande valore”.

“La notizia della dipartita del sindaco di San Nicandro Garganico , Costantino Ciavarella, mi sconvolge – scrive il sindaco di San SeveroFrancesco Miglio -. Sindaco e medico, quindi doppiamente in prima linea contro il contagio. Il senso del dovere era in lui più forte di ogni paura. Era una persona mite e cordiale. Tutte le volte che lo ho incontrato si è mostrato sempre pronto e disponibile al confronto. La città di San Severo è vicina alla comunità di San Nicandro Garganico, a loro il cordoglio di tutti noi sanseveresi. Riposa in pace caro Costantino”.

Il sindaco di FoggiaFranco Landella: “L’amministrazione comunale e la città si stringono alla comunità di San Nicandro Garganico per la prematura scomparsa del sindaco Costantino Ciavarella. Medico e amministratore dotato di grande umanità e professionalità, era schierato in prima linea durante l’emergenza sanitaria”.

“A titolo personale, ed in rappresentanza del Gruppo Salatto e dell’Associazione Italiana Ospedalità Privata della Puglia, formulo le mie condoglianze ed esprimo la mia vicinanza alla famiglia del dottor Costantino Ciavarella, sindaco di San Nicandro Garganico e collega, deceduto stanotte a seguito del contagio da Covid-19 contratto nel dicembre scorso, durante la visita ad un suo paziente”. Così il medico foggiano, imprenditore della sanità privata, Potito Salatto.

"Desidero esprimere, a nome di tutta l'Amministrazione comunale, le più sentite condoglianze alla Famiglia di Costantino Ciavarella, medico di medicina generale e sindaco di San Nicandro", scrive Alfonso D'Aloiso, sindaco di Poggio Imperiale. "Personalmente mi pregio di aver goduto dell'amicizia di un ottimo collega prima, e di un bravo e lungimirante amministratore in questi ultimi anni. La comunità di Poggio Imperiale si stringe, commossa, alla comunità di San Nicandro, in questo momento così doloroso".

"Esprimo tutto il mio cordoglio alla famiglia ed alla intera comunità di San Nicandro Garganico per la perdita del loro amato sindaco a causa del maledetto Covid-19. Perdiamo una persona di grande umanità, impegnata con determinazione e passione per la crescita della nostra amata terra di Capitanata", scrive Giuseppe Pitta, sindaco di Lucera. "La sua scomparsa lascia un vuoto doloroso tra gli amministratori di questo territorio, che quotidianamente sono in prima linea nella dura lotta contro la diffusione del Covid 19, anche assumendo rischi personali pur di salvaguardare i propri cittadini".

"Un medico, un professionista, un primo cittadino stimato e che ha saputo lasciare una profonda traccia del suo operato e della sua umanità, incapace di risparmiarsi nel suo doppio impegno sia sul fronte amministrativo che medico, che ha pagato con la vita", ricordano il consigliere regionale Giannicola De Leonardis, il segretario provinciale Giandonato La Salandra, e tutta la famiglia politica di Fratelli d'Italia. "Una grave perdita che ci lascia attoniti, e che priva il territorio di una delle sue figure migliori".

"Oggi la Capitanata piange il collega Costantino Ciavarella, sindaco di San Nicandro Garganico, morto la scorsa notte di Covid. Era un politico, un primo cittadino, ma prima di tutto un uomo e un medico, che ha contratto il virus da un suo paziente. Perché per un medico vero, quel giuramento di Ippocrate è sacro", commenta Umberto Di Michele, sindaco di Carapelle. "Ogni giorno, sanitari come Costantino mettono a repentaglio la vita propria e della propria famiglia per la salute pubblica, per salvare altre vite. San Nicandro non lo dimenticherà, ma non lo faremo neanche noi dell'amministrazione comunale di Carapelle".

L’assessore al Personale della Regione Puglia, Gianni Stea, il segretario provinciale Rino De martino e il segretario cittadino Carbonella Antonio a titolo personale e a nome dell’intero gruppo  Popolari con Emiliano, in una nota, esprime “sentimenti di profondo dolore” per la scomparsa del sindaco di San Nicandro Garganico, Costantino Ciavarella, ucciso, a 64 anni, dal Covid. “Ciavarella da mesi era in prima linea nella lotta alla malattia, sia come sindaco a tutela della comunità, sia come medico di base nella continua assistenza ai suoi pazienti. Solide radici democratiche e cristiane e il profondo senso del ruolo affidatogli, inteso come esclusivo servizio a favore dei cittadini, facevano di lui un uomo leale, capace e attento nell’azione di amministratore del bene pubblico. Costantino è stato, prima ancora che un amico sincero, protagonista tra i più rappresentativi della politica di Capitanata, galantuomo e leader impegnato in mille battaglie civili, testimone del concetto profondo di uomo libero e costantemente impegnato a difesa di questo elevatissimo valore democratico. Alla famiglia Ciavarella le nostre più sincere condoglianze”.

Puglia

Popolari con Emiliano

 

Menu