24 settembre 2018 10:47 Cultura di Redazione

Il 28 settembre sarà a Foggia all'auditorium Santa Chiara per un seminario

Il luminare della voce artistica il Dottor Franco Fussi il prossimo 28 settembre sarà a Foggia per un seminario sulla voce tra fisiologia e didattica del canto, aperto a tutti coloro che si occupano di voce artistica, maestri di canto lirico e moderno, cantanti dei vari generi, ma anche logopedisti, attori,  coristi e tutti coloro che sono curiosi di conoscere meglio lo strumento voce. L’iniziativa è stata voluta dal Conservatorio “Umberto Giordano” e dal Dipartimento di Canto su proposta del soprano Rosa Ricciotti docente presso la sezione staccata di Rodi Garganico e allieva del Dottor Fussi al Corso di Alta Formazione in Vocologia Artistica, organizzato dall’Università di Bologna e giunto alla sua undicesima edizione. Il seminario si terrà presso l’Auditorium di Santa Chiara in via Arpi poco distante dal Conservatorio dalle 9.00 del mattino alle 18.30.

Medico-chirurgo, specialista in Foniatria e Otorinolaringoiatria, Responsabile del Centro Audiologico Foniatrico dell’Azienda USL di Romagna a Ravenna, Responsabile scientifico del Corso di Alta Formazione in Vocologia Artistica dell’Università di Bologna diretto dal prof. Angelo Pompilio (con sede a Ravenna), Docente al Corso di Laurea di Logopedia dell’Università degli Studi di Bologna e già docente al Corso di Specializzazione in Audiologia e Foniatria dell’Università di Ferrara. Consulente Foniatra presso il Teatro Comunale di Bologna, l’Accademia d’Arte Lirica di Osimo, il Rossini Opera Festival e la Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino. Membro eletto del Collegium Medicorum Theatri. Il Dottor Fussi rappresenta l’eccellenza nel suo campo, tra i suoi assistiti nomi della lirica come FLorez, Mariella Devia, Sonia Ganassi, e dello spettacolo da Laura Pausini a Bocelli, da Elisa a Zucchero e un’infinità di altri nomi eccellenti.

La sua passione per il melodramma e il canto nelle sue innumerevoli forme trova nella foniatria la sua specializzazione ideale così da poter coniugale la professione con la sua passione. Ha svolto nell’ultimo ventennio un grande lavoro per creare coscienza riguardo l’importanza della collaborazione tra le diverse figure professionali che si occupano di voce: maestro di canto, foniatra, logopedista, posturologo ecc… esattamente come avviene per i professionisti dello sport in modo del tutto naturale da sempre.

Ma il dottor Fussi cura sia professionisti della voce che persone comuni e alla domanda se le problematiche riscontrate sono simili risponde:” Esistono problematiche specifiche legate ai performer della voce, con differenze tra canto lirico e moderno, in comune hanno ovviamente la cura della salute vocale. Il performer ha necessità di essere consigliato sulle norme essenziali di igiene vocale, di essere compreso nella pianificazione degli impegni professionali ed essere dotato di una tecnica di emissione eufonica secondo il concetto di massima resa performativa col minimo dispendio per le proprie corde vocali e inoltre, spesso necessita di un supporto psicologico. Ma le patologie vocali sono comuni a tutte le persone che usano professionalmente la loro voce, parlata o cantata, gli insegnanti ad esempio fanno parte di queste categorie, in ordine di maggior frequenza le patologie riscontrate sono: edemi da sforzo, noduli, polipi, cisti da ritenzione.”

Il dottor Fussi parlerà dello strumento voce, della sua fisiologia, di igiene vocale, dei princìpi di automedicazione spiegando pericoli e vantaggi, e in particolare della fisiologia dei registri vocali, le formanti di canto, la voce rauca e le distorsioni vocali negli stili moderni e molto altro, delle tecniche di riscaldamento vocale, con prove pratiche  con i partecipanti di alcune nuove tecniche di vocal tract semioccluso.

È davvero una splendida occasione per i tanti professionisti della voce della nostra capitanata. È ancora possibile iscriversi scaricando la scheda dal sito del Conservatorio Umberto a cui va il nostro plauso esteso alla coordinatrice del Seminario il soprano Rosa Ricciotti.

 

 

 

 

 

Numero di volte letto: 197