06 febbraio 2019 09:37 Politica di Redazione

L'ex onorevole ritorna sui "zompafossi": ancora pronti a migrare.

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma dell' On.Nino Marinacci vertente la situazione politica locale

Egregio direttore, sono fuori per lavoro e ricevo una telefonata da parte di un mio amico (che mai avrei voluto ricevere perché certi avvenimenti feriscono l'intera comunità che all'esterno fa crollare una credibilità ormai compromessa) circa il "volare degli stracci" e gli “insulti” gratuiti, effervescenti e coloriti che i nostri attuali amministratori di maggioranza (??) si scambiano, come "atto di cortesia" giornaliera da almeno quattro mesi, al posto di pensare ad una comunità locale in reali difficoltà di sopravvivenza giornaliera...E ora, con una certa mancanza di bon ton... li pubblicano pure (vedi pagina FB del consigliere Sassano)!! Frasi a dir poco sconce nei confronti di uomini che rappresentano, in questo momento, noi tutti e la nostra massima istituzione locale. Siamo alla frutta di un percorso amministrativo che si è incancrenito negli ultimi anni a causa di clientelismi sfrenati, egoismi pre- elettorali (fatti di promesse irrealizzabili, posti di lavoro che sono solo nella mente bacata e disonesta di chi li promette e di chi ci crede, cene e prebende per ogni voto dato) e interessi post elettorali fatti, non di programmi, ma di spartizioni senza scrupoli (mentre la gente muore letteralmente di fame), per l’accaparramento della “roba comunale" e di tanta gente (che viene regolarmente retribuita per votare...Dio mio che schifo!!) fatta oggetto di mercimonio senza scrupoli 8 però c'è sempre un corrotto e un corruttore...o no??). Andazzo che dura da ormai troppo tempo...e i giovani locali non sono del tutto esenti da colpe!  Certo “Chi è senza peccato scagli la prima pietra” e tutti siamo più o meno responsabili di ciò...Ma qui, ormai, non siamo più al dissenso politico-amministrativo o per divergenze programmatiche, qui siamo al vilipendio delle istituzioni e di coloro i quali li rappresentano in questo momento e, di conseguenza, di questo sgradevole teatrino ne siamo incolpevoli vittime tutti noi cittadini all'esterno, dove del nostro paese o non se ne parla più o se se ne parla ci si esprime solo in modo negativo! Un sindaco, la Giunta comunale, i consiglieri dovrebbero essere la parte proba di una comunità e la nostra rappresentanza all'esterno. Poi, se nel tempo si rivelano inefficaci o, addirittura, “traffichini”, ci sono, da parte di chi ne ha le prove, le sedi competenti e non insulti a caratteri cubitali sui social vari...o no?? Premesso ciò mi ritengo ancora, purtroppo, un uomo delle Istituzioni e posso anche comprendere “l’effervescenza” del dissenso più esasperato nel vedere un paese in eutanasia e senza un briciolo di programma in cui sperare...Ma che tale forma di protesta o dissenso rimanga sempre nei limiti del bon ton, perbacco!! Le nostre autorità, a qualsiasi livello, vanno “spronate”, criticate, anche derise per inefficienza ma non insultate e messe nel fango come uomini, e amministratori! Quindi, pur non approvando affatto, questo primo tempo amministrativo di questa amministrazione comunale( che noi del C.D.U. abbiamo votato a viso aperto e senza rimpianti e senza pretendere niente in cambio), troppo presa da tanti problemi di tenuta, da valzer di poltroncine, da impegni e promesse di oltre 800 “posti” nelle varie entità socio-sanitarie- assistenziali, di promesse di concorsi fatti in campagna elettorale, di affido ad amici e ad amici degli amici di incarichi tecnici, ecc. Promesse  che mai potranno essere mantenute, invece, sono stati fatti atti che dimostrano o troppo interesse o di inefficienze amministrative da dilettanti allo sbaraglio (però visti i personaggi politici di lungo corso che militano nella giunta, qualche dubbio lo avrei...), atti impopolari per atti da persecuzioni feroci ed ostracismi verso incolpevoli impiegati, ecc. No, a tutto ciò non ci sto. Io esprimo solidarietà alla  persona del dott. Ciavarella come uomo e professionista, al sindaco e alla sua giunta( anche se non ho capito chi sia "Provolone", chi siano i "porci" ecc...). Essi sono i nostri rappresentanti della nostra istituzione locale democraticamente eletti(??)...Però è inaccettabile vedere il silenzio “assordante” e il metodo spudoratamente clientelare di come essi operano, almeno fino ad ora! Il paese ha bisogno di risposte certe e di promesse fatte e mantenute e di ritrovare la fiducia nelle istituzioni per evitare che gli ultimi residenti – resistenti continuino a scappare letteralmente mortificati nell’ orgoglio, nello spirito e nella speranza di un domani migliore. Ed è  inutile nasconderci ancora sul numero di noi residenti-resistenti perchè non siamo affatto 15011 ma forse, neanche più di ottomila. Però se nessuno dei menzionati amministratori insultati, (permettetemi la “legittima suspicione”) si difende nei modi e nei tempi previsti dalle leggi, allora mi sento di affermare che come disse Amleto “ c’è del marcio in Danimarca” o di come afferma il consigliere Valentino Costantino Sassano: “c’è del marcio in comune fra suini e provoloni”...Ed io aggiungo...e mica da mò!! ...E Dio non voglia che ci prepariamo ad assistere, ancora una volta, al  fenomeno imperante da alcuni anni in paese del "zompafossismo esasperato ed interessato"... però pare che all'orizzonte ci siano prove tecniche politiche di "do ut des" fatti da persone che hanno denigrato i zompafossi dell'amministrazione Gualano... e ora ci stanno insieme... e a braccetto!!... E pare, sig. sindaco, che ci sia un balletto molto sporco tra chi si offre e chi stia offrendo... tra una cenetta ed un incontro coatto, alla faccia del bon ton e regole... allora sindaco, se si dovesse verificare un altro caso del genere di cui lei e altri di Forza Italia foste vitime nel 2015, da parte dell’ex sindaco Gualano e di elementi che ora amministrano con lei...e vi doveste ritrovare, per assurdo, con alcuni elementi dell’opposizione, tutti insieme “appassionatamente ed interessatamente”... Allora sindaco, visto che la "storia è magistra vitae del nulla" noi del C.D.U. no le useremo violenza, insulti, minacce e altro... Però perderemmo ulteriormente fiducia nella sua persona e la chiameremmo a rispondere pubblicamente di quando è successo. Sono le regole della democrazia che ce lo impongono... e senza guardare in faccia a nessuno! Risponda con le rime a tal consigliere, caro Sindaco... e se non ci sono le condizioni per governare non tenga in ostaggio quel che resta di un paese e dei suoi sparuti abitanti, a meno che lei non sia "portatore sano" di chissà quali e tali interessi... e mo basta!! Bon ton sempre... ma suicidi mai

Con stima. On. Nino Marinacci

Foto di Piero Vocale

Numero di volte letto: 1256